ricerca il tuo profilo
cronaca
01-08-2021
4413

Il siciliano Francesco Pantaleo trovato morto carbonizzato. Era scomparso da Pisa poco prima della presunta laurea

Il ragazzo, 23 anni, era scomparso da una settimana. Ai genitori aveva detto di avere l'appello di laurea in una data nella quale il suo esame non era previsto. L'attesa dell'autopsia.

Da una settimana il suo cadavere era, in pratica, sotto gli occhi di tutti. Ma non lo aveva capito nessuno. Francesco Pantaleo è morto. E non ieri. Ma già da lunedì, quando il suo corpo, carbonizzato, è stato trovato vicino la sponda di un torrente, nelle campagne in provincia di Pisa, accanto ad un campo di girasoli. Solo che, fino ai risultati dell'autopsia, nessuno aveva fatto il collegamento tra quel corpo irriconoscibile - per la cui identificazione, infatti, sono serviti cinque giorni - e il giovane studente universitario di Marsala di 23 anni che aveva fatto perdere le sue tracce. 

Era la speranza a fare andare avanti le ricerche. I vigili del fuoco sono stati impegnati con squadre di terra e droni lungo tutta l'asta fluviale dell'Arno e, in particolare, verso la foce del fiume. La famiglia aveva fatto più di un appello.
A casa aveva lasciato tutti i suoi effetti personali (occhiali da vista, telefono cellulare, computer, nuovo e dal quale avrebbe forse cancellato alcuni file, e bancomat). Già questa circostanza aveva fatto pensare all'idea di farla finita, forse per alcuni esami andati male all'Università e nascosti ai suoi genitori. Che infatti in ogni appello ripetevano la stessa frase: "Francesco, torna a casa. Non devi preoccuparti, qualunque cosa sia successa. I problemi si risolvono".
Ma Francesco era già morto.

Nel video, gli attimi prima del suo ritrovamento - (Fonte: Rai News)

Il ragazzo, 23 anni, era scomparso da una settimana. Ai genitori aveva detto di avere l'appello di laurea in una data nella quale il suo esame non era previsto. L'attesa dell'autopsia.Da una settimana il suo cadavere era, in pratica, sotto gli occhi di tutti. Ma non lo aveva capito nessuno. Francesco Pantaleo è morto. E non ieri. Ma già da lunedì, quando il suo corpo, carbonizzato, è stato trovato vicino la sponda di un torrente, nelle campagne in provincia di Pisa, accanto ad un campo di girasoli. Solo che, fino ai risultati dell'autopsia, nessuno aveva fatto il collegamento tra quel corpo irriconoscibile - per la cui identificazione, infatti, sono serviti cinque giorni - e il giovane studente universitario di Marsala di 23 anni che aveva fatto perdere le sue tracce. Era la speranza a fare andare avanti le ricerche. I vigili del fuoco sono stati impegnati con squadre di terra e droni lungo tutta l'asta fluviale dell'Arno e, in particolare, verso la foce del fiume. La famiglia aveva fatto più di un appello.A casa aveva lasciato tutti i suoi effetti personali (occhiali da vista, telefono cellulare, computer, nuovo e dal quale avrebbe forse cancellato alcuni file, e bancomat). Già questa circostanza aveva fatto pensare all'idea di farla finita, forse per alcuni esami andati male all'Università e nascosti ai suoi genitori. Che infatti in ogni appello ripetevano la stessa frase: "Francesco, torna a casa. Non devi preoccuparti, qualunque cosa sia successa. I problemi si risolvono".Ma Francesco era già morto.Nel video, gli attimi prima del suo ritrovamento - (Fonte: Rai News)

Condividi Video
Commenti
Il siciliano Francesco Pantaleo trovato morto carbonizzato. Era scomparso da Pisa poco prima della presunta laurea
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta