ricerca il tuo profilo
Loading the player...
cronaca
13-04-2021
10459

Chi ha rapito Denise Pipitone? Chi l'ha visto ritorna sul caso rispolverando interviste mai prese in considerazione dalla Magistratura

Dopo aver accertato che Olesya Rostova non è Denise Pipitone, "Chi l'ha visto?" ha riproposto un vecchio video in cui un uomo audioleso riconosce una foto della bambina scomparsa nel 2004. Alla fine le speranze dalla Russia che Olesya Rostova fosse Denise Pipitone, scomparsa  nel nulla in Sicilia nel 2004, quando aveva solo 4 anni, si sono spente. La vicenda è rimasta per giorni al centro del dibattito e non sono certo mancate le accuse al programma Lasciali parlare della tv russa Primo canale, che non avrebbe fatto nulla per tutelare il dolore della mamma di Denise, Piera Maggio, offrendo al pubblico un vero e proprio show.

Un uomo audioleso riconosce Denise Pipitone, forse rapita dai nomadi: il video di "Chi l'ha visto?"

Il video ripreso da Federica Sciarelli ha riacceso i riflettori sulla presunta pista del rapimento di Denise Pipitone da parte dei nomadi, evidenziando gli eventuali errori commessi durante le lunghissime indagini di questi 16 anni. Nella registrazione si vede un anziano audioleso, che riconosce sorprendentemente una foto della bambina scomparsa, spiegando, a modo suo, di averla incontrata in passato. L'uomo ha spiegato con enfasi che quando la vide era vestita con una canottiera, era infreddolita, ed era avvolta da una coperta.

La testimonianza sconvolgente dell'anziano audioleso, oggi deceduto, inaspettatamente non fu però mai ammessa al processo. Alcune perquisizioni in un campo rom furono comunque fatte, ma senza ottenere i risultati sperati. La tesi del rapimento per mano dei nomadi aveva contribuito a collegare il caso della scomparsa di Denise a quello di Olesya Rostova, che sostiene di essere stata rapita proprio da una mendicante, prima di essere soccorsa dalle forze dell'ordine e portata in orfanotrofio.

Dopo aver accertato che Olesya Rostova non è Denise Pipitone, "Chi l'ha visto?" ha riproposto un vecchio video in cui un uomo audioleso riconosce una foto della bambina scomparsa nel 2004. Alla fine le speranze dalla Russia che Olesya Rostova fosse Denise Pipitone, scomparsa  nel nulla in Sicilia nel 2004, quando aveva solo 4 anni, si sono spente. La vicenda è rimasta per giorni al centro del dibattito e non sono certo mancate le accuse al programma Lasciali parlare della tv russa Primo canale, che non avrebbe fatto nulla per tutelare il dolore della mamma di Denise, Piera Maggio, offrendo al pubblico un vero e proprio show.Un uomo audioleso riconosce Denise Pipitone, forse rapita dai nomadi: il video di "Chi l'ha visto?"Il video ripreso da Federica Sciarelli ha riacceso i riflettori sulla presunta pista del rapimento di Denise Pipitone da parte dei nomadi, evidenziando gli eventuali errori commessi durante le lunghissime indagini di questi 16 anni. Nella registrazione si vede un anziano audioleso, che riconosce sorprendentemente una foto della bambina scomparsa, spiegando, a modo suo, di averla incontrata in passato. L'uomo ha spiegato con enfasi che quando la vide era vestita con una canottiera, era infreddolita, ed era avvolta da una coperta.La testimonianza sconvolgente dell'anziano audioleso, oggi deceduto, inaspettatamente non fu però mai ammessa al processo. Alcune perquisizioni in un campo rom furono comunque fatte, ma senza ottenere i risultati sperati. La tesi del rapimento per mano dei nomadi aveva contribuito a collegare il caso della scomparsa di Denise a quello di Olesya Rostova, che sostiene di essere stata rapita proprio da una mendicante, prima di essere soccorsa dalle forze dell'ordine e portata in orfanotrofio.

Condividi Video
Commenti
Chi ha rapito Denise Pipitone? Chi l'ha visto ritorna sul caso rispolverando interviste mai prese in considerazione dalla Magistratura

Manjola

Spero che torna denise, e la deve dire in faccia tutto cosa ricorda, spero che colpevole si faccia avanti da solo /a, sono passati tanti anni deve farsi avanti, basta...

Manjola

Anch'io ho tre bambine e capisco il dolore della mamma Piera. Le ricerche devono cantare, sono troppo lenti.

Emma

La magistratura deve assolutamente riaprire il caso e i colpevoli vanno punti

Elena Tettamanti

La magistratura deve assolutamente riaprire il caso, i colpevoli del rapimento vanno puniti

Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta