ricerca il tuo profilo
cronaca
06-05-2021
653

Caso Denise, il muro del silenzio comincia a sgretolarsi. Le ricerche in casa Corona hanno dato esito negativo

**Ultim'ora - 6 Maggio 2021 - Al "La Vita in diretta", l'avvocato Giacomo Frazzitta afferma che dei 4 testimoni che lui ha in mente, uno o probabilmente due hanno già cominciato a parlare. Dice: "il mio telefono è ha disposizione..."**

Non ci sono tracce della piccola Denise Pipitone nella palazzina di via Pirandello a Mazara del Vallo, nel trapanese. E' questo l'esito della lunga ispezione eseguita ieri pomeriggio nell'edificio che ospitò fino a pochi anni fa Anna Corona, la madre della sorellastra di Denise Pipitone, la bimba scomparsa il primo settembre del 2004. I Vigili del fuoco e i Carabinieri del Ris sono stati al lavoro fino alle 20.15 nella palazzina, cercando anche con le carte del catasto alla mano, eventuali tracce di lavori di muratura fatti negli ultimi anni. Controlli anche nel garage e in una botola, con un pozzo, ma come si apprende anche qui l'esito è stato negativo. Era stata una segnalazione, non anonima, a indicare agli investigatori alcune notizie ritenute "molto interessanti".

"Il garage e lo scantinato di quella palazzina all'epoca furono ispezionati. Non ricordo niente sul dettaglio di un pozzo". A dirlo all'Adnkronos è sempre Maria Angioni parlando delle ricerche nella casa di via Pirandello. Di recente la Angioni aveva detto che all'epoca si imbattè in un contesto ambientale molto difficile: "Abbiamo avuto grossi problemi - aveva detto - Abbiamo capito che dopo tre giorni tutte le persone sottoposte a intercettazioni già sapevano di essere sotto controllo. A un certo punto, quando ho avuto la direzione delle indagini, ho fatto finta di smettere di intercettare e poi ho ripreso da capo con forze di polizia diverse, nel disperato tentativo di salvare il salvabile".

**Ultim'ora - 6 Maggio 2021 - Al "La Vita in diretta", l'avvocato Giacomo Frazzitta afferma che dei 4 testimoni che lui ha in mente, uno o probabilmente due hanno già cominciato a parlare. Dice: "il mio telefono è ha disposizione..."**Non ci sono tracce della piccola Denise Pipitone nella palazzina di via Pirandello a Mazara del Vallo, nel trapanese. E' questo l'esito della lunga ispezione eseguita ieri pomeriggio nell'edificio che ospitò fino a pochi anni fa Anna Corona, la madre della sorellastra di Denise Pipitone, la bimba scomparsa il primo settembre del 2004. I Vigili del fuoco e i Carabinieri del Ris sono stati al lavoro fino alle 20.15 nella palazzina, cercando anche con le carte del catasto alla mano, eventuali tracce di lavori di muratura fatti negli ultimi anni. Controlli anche nel garage e in una botola, con un pozzo, ma come si apprende anche qui l'esito è stato negativo. Era stata una segnalazione, non anonima, a indicare agli investigatori alcune notizie ritenute "molto interessanti"."Il garage e lo scantinato di quella palazzina all'epoca furono ispezionati. Non ricordo niente sul dettaglio di un pozzo". A dirlo all'Adnkronos è sempre Maria Angioni parlando delle ricerche nella casa di via Pirandello. Di recente la Angioni aveva detto che all'epoca si imbattè in un contesto ambientale molto difficile: "Abbiamo avuto grossi problemi - aveva detto - Abbiamo capito che dopo tre giorni tutte le persone sottoposte a intercettazioni già sapevano di essere sotto controllo. A un certo punto, quando ho avuto la direzione delle indagini, ho fatto finta di smettere di intercettare e poi ho ripreso da capo con forze di polizia diverse, nel disperato tentativo di salvare il salvabile".

Condividi Video
Commenti
Caso Denise, il muro del silenzio comincia a sgretolarsi. Le ricerche in casa Corona hanno dato esito negativo
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta