Seguo News
A+
A
A-
Vaccino anti Covid tra benefici e incertezze, il primario di Malattie Infettive del Sant'Elia: "Io lo farò immediatamente e senza esitazioni"
Cronaca
Visite4531

Vaccino anti Covid tra benefici e incertezze, il primario di Malattie Infettive del Sant'Elia: "Io lo farò immediatamente e senza esitazioni"

L'infettivologo Giovanni Mazzola in un'intervista spiega tutto ciò che c'è da sapere sui nuovi vaccini e anticipa: "In arrivo a Caltanissetta ultracongelatori dal Lussemburgo"

Rita Cinardi
19 Dicembre 2020 19:11

Direttore Mazzola, Lei ha partecipato recentemente ad una tavola rotonda dal titolo "Il Piano Vaccinale Covid-19 tra benefici e incertezze" a cui hanno preso parte tra gli altri il Direttore Generale della Prevenzione Sanitaria presso il Ministero della Salute prof Giovanni Rezza, il Presidente Nazionale della SIMIT  (Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali) dr Marcello Tavio oltre a Parlamentari Nazionali, Giornalisti e Clinici Infettivologi italiani di primissimo piano:

 

 

Cosa possiamo dire sul piano vaccini esitato dal ministero della salute?

Il progetto vaccinale italiano COVID-19 pianifica una gigantesca campagna informativa, di comunicazione e di operatività sul territorio mai avviata in precedenza in Italia. La pandemia da Sars-Cov 2 si è rivelata un evento eccezionale e tutt'ora imprevedibile per le temibili ulteriori ricadute sulla salute dei popoli e sulla tenuta dei sistemi sanitari ed economici. I benefici attesi da una vaccinazione di massa sono quindi di assoluta evidenza per cui l'efficienza organizzativa, la capacità di trasmettere messaggi scientifici con correttezza comunicativa e l'efficacia delle azioni conseguenti sono la vera grande sfida di questo piano vaccinale che l' Italia non può perdere.

 

Quali sono le speranze e le incertezze relativamente alla vaccinazione di massa  per covid 19?

La speranza è che la stragande maggioranza della popolazione possa aderire al programma di vaccinazione in modo da raggiungere l'immunità di gregge e arrivare ad eradicare il virus dal nostro territorio. L'incertezza è dovuta proprio allo scetticismo di molti che si registra in tutti gli strati culturali della società e purtroppo devo dire anche tra alcuni medici.

 

Perché c'è questo scetticismo?

A parte i No Vax di sempre, esiste una certa riluttanza di alcuni per lo sviluppo "troppo" rapido di questi vaccini e per il ridotto periodo di sperimentazione dovuto all'emergenza sanitaria mondiale. Inoltre serpeggia un certo timore per quei vaccini in cui è avvenuta la manipolazione genetica dell'RNA virale

 

Può spiegare meglio questa ultima affermazione ?

Semplificando i concetti :

Il vaccino Pfizer e Moderna utilizzano frammenti di mRNA di Sars-Cov 2 che vengono incapsulati in nanoparticelle lipidiche e, se somministrati nell'uomo, sono in grado di codificare esclusivamente la glicoproteina spike del virus. Questa proteina richiama la comparsa massiccia di anticorpi neutralizzanti che ci proteggeranno dalla malattia Covid 19. La Fake è che questo mRNA virale possa integrarsi nel genoma umano, cosa del tutto priva di fondamento poichè i frammenti di Sars-Cov 2  non possono entrare all'interno delle nostre cellule

© Riproduzione riservata

Condividi Notizia
Commenti
Vaccino anti Covid tra benefici e incertezze, il primario di Malattie Infettive del Sant'Elia: "Io lo farò immediatamente e senza esitazioni"

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta