ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Sesso e favori: ecco come funzionava il "sistema" degli appalti a Santa Caterina
Cronaca
Visite26803

Sesso e favori: ecco come funzionava il "sistema" degli appalti a Santa Caterina

E' uno dei particolari che emerge dall'operazione "Cerbero" che ha portato all'arresto del sindaco e di due assessori

Donata Calabrese
10 Luglio 2020 12:36

Non solo appalti pubblici assegnati in cambio di favori, ma anche la promessa di incontri intimi con donne disposte a prestazioni sessuali. Incontri intimi che il sindaco Fiaccato (difeso dall'avvocato Giuseppe Dacquì) avrebbe accettato con piacere. A procurare le donne sarebbe stato un imprenditore del settore edile/stradale. In cambio, gli amministratori comunali infedeli, avrebbero assegnato all'imprenditore alcuni appalti tramite il sistema dell'assegnazione diretta. E' uno dei particolari che emerge dall'operazione condotta dai carabinieri e dalla guardia di finanza di Caltanissetta, denominata "Cerbero" che ha portato agli arresti domiciliari il sindaco Antonino Fiaccato, Agatino Macaluso, vice sindaco, e Giuseppe Natale, assessore comunale e culminata complessivamente in 16 misure cautelari. Dalle indagini è emerso che venivano assegnati appalti pubblici alle imprese "gradite" in cambio di favori e appoggi elettorali.

Condividi Notizia
Commenti
Sesso e favori: ecco come funzionava il "sistema" degli appalti a Santa Caterina

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta