ricerca il tuo profilo
Seguo News
Network dei borghi siciliani, c'è anche Butera: si punta sulla valorizzazione dei tesori del territorio
Attualita
Visite1014

Network dei borghi siciliani, c'è anche Butera: si punta sulla valorizzazione dei tesori del territorio

Sul campo dei servizi, l’amministrazione buterese ha presentato richiesta a ben due bandi del Dipartimento per le politiche della Famiglia

Redazione
05 Marzo 2021 09:41

Nasce il network dei borghi siciliani, in cui è presente il Comune di Butera. L'amministrazione comunale, ha voluto fortemente essere partner nel progetto relativo al bando "Festival dei Borghi", indetto dal MIBACT, mostrando le proprie bellezze e raccontando la propria storia e tradizione, caratteristiche che ne hanno permesso l'inserimento.  Ma il network con 42 borghi siciliani, rappresentanti delle 9 province, con Sambuca di Sicilia capofila e la leadership della "Fondazione le Vie dei Tesori", andrà oltre la partecipazione al bando per il Festival, strutturandosi in modo stabile per portare avanti politiche di rigenerazione, valorizzazione, lotta allo spopolamento.

La rete è stata presentata nel corso di una conferenza stampa in streaming in cui hanno preso parte, oltre i sindaci dei comuni aderenti, tour operator, giornalisti, con la presenza dell'assessore regionale Roberto Lagalla e ovviamente il Presidente della Fondazione Laura Anello. Il progetto pone l'accento sulla valorizzazione artistico, storico, culturale dei borghi, dai luoghi alle ricette tipiche al folklore, mettendo tutto in rete, con l'obiettivo di creare un grande "contenitore" di offerta e proposta turistica condivisa. L'assessore al turismo Luigi Puci "Sono convinto che questa rete andrà oltre ogni più rosea aspettativa, presenti già su testate nazionali come "Italia a Tavola" con la nostra ricetta storica ed unica della "pasta co meli", l'obiettivo è di far nascere delle start up turistiche ed innovative, che saranno formate e guidate in questo percorso di crescita con la mission di creare lavoro e produrre valore economico nel nostro territorio".

Sul campo dei servizi, l'amministrazione buterese ha presentato richiesta a ben due bandi del Dipartimento per le politiche della Famiglia, "Educare" e "Educare in comune", in quest'ultimo il Comune, in qualità di responsabile del progetto, in co-progettazione con la cooperativa Carpe Diem, ha come scopo quello di sviluppare e condurre i bambini/giovani alla conoscenza ed al rispetto della cultura artistico-ambientale in tutti i suoi ambiti. Progetto che, qualora venisse finanziato, coinvolgerà 150, tra bambini e giovani, che saranno protagonisti di laboratori di Street Art, Street Band, Teatro Antico e Radici nel mondo agricolo. L'assessore ai servizi sociali Luigi Puci ribadisce "il nostro futuro, ovvero i nostri figli, deve ripartire necessariamente dall'ambiente e da ciò che esso produce, attraverso il rispetto ed il corretto utilizzo di questa naturale risorsa ma con lo sviluppo cognitivo, sociale e attitudinale dei nostri bambini.

Inoltre, grazie ad una sana gestione ed erogazione dei buoni spesa covid (regionali) e ancor più alla corretta rendicontazione, siamo tra i pochi (28) comuni siciliani ad aver ottenuto la seconda trance di 27000,00€ circa, che, attraverso un successivo avviso, erogheremo alle famiglie buteresi in difficoltà, dando una continuità esemplare dall'avvento della pandemia". Dal turismo al sociale, ma anche allo sport, sport per tutti, con l'adesione e richiesta al bando "sport nei Parchi", con l'intendo di creare un'area dedicata allo sport libero nel parco urbano di Piazza Europa, mediante l'istallazione di attrezzature per allenamento libero, sia per normodotati che per diversamente abili. L'assessore allo sport Zaffonte, precisa "la volontà dell'amministrazione di investire nello sport per tutti, come strumento di socializzazione, lotta al fenomeno dell'obesità, ma anche semplicemente come svago e momento di relax condiviso, è forte ed è dimostrata anche dal fatto che l'ente comparteciperà alla copertura del finanziamento per il 50%".

© Riproduzione riservata

Condividi Notizia
Commenti
Network dei borghi siciliani, c'è anche Butera: si punta sulla valorizzazione dei tesori del territorio

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta