ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Musumeci: se i dati non ci dovessero convincere tra due settimane chiuderemo le scuole
Attualita
visite2810

Musumeci: se i dati non ci dovessero convincere tra due settimane chiuderemo le scuole

Se la zona rossa non dovesse funzionare la Regione Siciliana attuerà misure ancora più rigorose e prorogherà il provvedimento ha annunciato Musumeci

Redazione
16 Gennaio 2021 12:03

Pronto a chiudere le scuole fra due settimane se i contagi da Coronavirus non dovessero diminuire. L'annuncio è arrivato nel corso della conferenza stampa del governatore Nello Musumeci, convocata al PalaRegione di Catania. Presenti anche il vice presidente Gaetano Armao, l'assessore alla Salute, Ruggero Razza e all'Istruzione, Roberto Lagalla. 
 
Scuole
"Se fra due settimane i dati non ci dovessero convincere - ha detto Musumeci -, stabiliremo misure maggiormente restrittive e chiuderò anche le scuole primarie e le prime classi della media. E questo nessuno potrà impedircelo. Allo stato non sono le scuole il focolaio però se il dato non cala tutto quello che sarà necessario sarà fatto".
"La settimana in cui abbiamo chiuso le scuole - spiega Lagalla - è stata utile per evitare una diffusione del virus vista la poca attenzione da parte di qualcuno durante le festività natalizie. Nelle scuole in Sicilia l'incidenza è dello 0,33%. Adesso abbiamo 15 giorni per verificare cosa sta succedendo e l'andamento dei contagi nelle aule dell'Isola, siamo pronti a correre ai ripari o a ripartire potenziando i trasporti".
Vaccini
"Siamo una delle regioni con il più alto numero di contagi ma siamo anche una delle regioni che ha fatto un’ottima campagna di vaccinazione e che ha utilizzato già tutte le dosi - ha spiegato il governatore siciliano - . Se continuiamo ad usare l’aspirina anziché il bisturi ci ritroveremo in primavera ad essere ancora chiusi. Abbiamo usato le dosi disponibili - ha aggiunto poi l’assessore alla Salute, Ruggero Razza - ma siamo stati costretti a rallentare per fare magazzino per il richiamo".
Proroga della zona rossa
Se la zona rossa non dovesse funzionare la Regione Siciliana attuerà misure ancora più rigorose e prorogherà il provvedimento ha annunciato Musumeci sottolineando che "se le misure non vengono osservate e se nessuno controlla e sanziona non otterremo alcun risultato". "C'è una minoranza di siciliani - ha aggiunto - che per incoscienza o per altro non rispetta le regole causando grandi sacrifici sociali ed economici a tutti gli altri". Il presidente della Regione, sulle polemiche per la zona rossa in Sicilia, è intervenuto parlando dell'Isola come di "una terra pirandelliana dove 'c'è chi la vuole cotta e c'è chi la vuole cruda'', c'è sempre qualcuno che si lamenta, ma noi tiriamo dritto per tutelare salute e vite".
Il governatore ha ricordato che "la Sicilia è la prima regione italiana per numero di vaccinazioni" e che le decisioni sulla zona rossa sono state adottate dopo "un attento esame con gli assessori Razza e Lagalla dei parametri del contagio". "La possibilità di adottare misure per ridurre l'impennata dei contagi, che ha seriamente preoccupato il governo e il sistema sanitario regionale - ha osservato - è una decisione sofferta e a lungo meditata. Non è una scelta dettata da spinte emotive".

Lavora con noi, offerte a Caltanissetta: Seguonews ricerca agenti commerciali
News Successiva
L'Iss: "C'è un peggioramento, aumenta rischio di epidemia non controllata. Impennata dopo le feste"
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Musumeci: se i dati non ci dovessero convincere tra due settimane chiuderemo le scuole

Massimiliano

Quando dice "questo nessuno potrà  impedircelo",io lo percepisco come dittatura.E' vero che viviamo in una terra che "chi la vuole cotta e chi la vuole cruda",ma per prendere decisioni delicate come questa ci vuole buon senso e tempo.Le scuole sono tra i posti più sicuri in assoluto.Non riesco a capire questo "accanimento" da parte del Presidente della nostra regione che prima della passata stagione estiva aveva un atteggiamento completamente diverso.Forse prima c'erano interessi diversi ? Chi lo sa...

Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta