ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
L'Arma dei Carabinieri traccia il bilancio del 2020: la provincia di Caltanissetta segnata da sei omicidi, tutti risolti
Cronaca
visite1772

L'Arma dei Carabinieri traccia il bilancio del 2020: la provincia di Caltanissetta segnata da sei omicidi, tutti risolti

I risultati sono stati illustrati dal comandante provinciale, il colonnello Baldassare Daidone, che nel corso di una conferenza stampa on line ha anche ricordato le operazioni più importanti per contrastare furti e spaccio di sostanze stupefacenti

Redazione
09 Gennaio 2021 10:16

Nel corso dell'anno 2020 l'Arma dei Carabinieri ha proceduto sul 62% del totale dei delitti commessi in provincia di Caltanissetta. Il Covid-19 ha sicuramente inciso, in maniera consistente, alla sensibile diminuzione delle fattispecie delittuose rispetto all'anno precedente in tutto il territorio, soprattutto nei mesi primaverili, in corrispondenza del lockdown generale che imponeva chiusure quasi totali degli esercizi e libertà di circolazione ridotta. In calo sia il numero dei furti, che sono diminuiti del 36%, sia quello delle rapine, che ha registrato una diminuzione del 26%. L'unico dato in controtendenza è quello relativo ai danneggiamenti a mezzo fuoco, che hanno subito un incremento del 9%. Da sottolineare, infine, il dato relativo agli omicidi in Provincia, ben 6, tutti scoperti dall'Arma di Caltanissetta.
Sebbene la contingenza pandemica abbia decisamente condizionato l'attività operativa complessiva, i dati fortemente incoraggianti e lusinghieri di fine anno costituiscono il frutto della peculiare capillarità dell'Arma dei Carabinieri e della massiccia azione preventiva messa in campo dalle diverse articolazioni presenti su 21 Comuni. 
L'attività preventiva dell'Arma dei Carabinieri ha raggiunto una delle sue massime espressioni nelle attività finalizzate al contenimento della diffusione del Coronavirus, attraverso il controllo di più di 32000 persone e, tra queste, alla contestazione di circa 1200 episodi di violazione alle norme di limitazione.

 


L'anno appena trascorso è stato contrassegnato da importanti operazioni di servizio, di seguito elencate:
OPERAZIONE "KITT 2"
?    Il 14 gennaio 2020, in San Cataldo (CL), Caltanissetta(CL) e San Biagio Platani (AG), i militari della Compagnia di Caltanissetta, supportati da unità cinofile provenienti da Palermo, traevano in arresto nr. 11 persone in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere ed agli arresti domiciliari emessa dall'ufficio GIP del Tribunale di Caltanissetta e nel medesimo contesto venivano deferite in stato di libertà n. 4 persone. Il provvedimento recepiva le richieste avanzate dalla locale Procura, sulla base delle risultanze investigative condotte dal N.O.R. della Compagnia congiuntamente a personale della Tenenza di San Cataldo, che consentivano di disarticolare un sodalizio criminale che da novembre 2016 fino a settembre 2017 era dedito alla commissione in concorso tra loro di furti in abitazione e ricettazione del materiale trafugato. Venivano altresì accertati episodi di spaccio di sostanze stupefacenti.

 

DUPLICE OMICIDIO "DILIBERTO"
?    il 31 gennaio 2020, in Mussomeli, venivano rinvenute all'interno di un'abitazione i corpi senza vita di MIFSUD Rosa e della figlia DILIBERTO Monica, nonché di un uomo, NOTO Michele. 
Quella notte NOTO Michele, armato di revolver SMITH e WESSON calibro 45, si presentava presso l'abitazione della MIFSUD Rosa, con cui da tempo intratteneva una relazione sentimentale, e ingaggiava con le due donne una discussione che culminava con l'omicidio delle stesse ed il successivo suicidio dell'uomo;

 

OMICIDIO "PARDO"
?    il 18 maggio 2020 i Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela arrestavano il niscemese Vincenzo BUCCHERI cl'53, pensionato, ex venditore ambulante, il quale si era costituito presso la locale Stazione Carabinieri dopo aver ucciso a coltellate la moglie, all'interno della loro abitazione.
L'uxoricidio giungeva al culmine di una perdurante situazione di litigi familiari, mai denunciati ad alcuna Forza di Polizia;

 

TENTATO OMICIDIO "REITANO"
?    il 13 maggio 2020 i Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela, dopo un'articolata attività investigativa, arrestavano, su ordine dell'A.G., 7 persone a vario titolo ritenute responsabili dei reati di tentato omicidio, rapina, detenzione di armi da sparo clandestine, minaccia ed altro. Le indagini facevano piena luce sul ferimento dei fratelli Reitano, avvenuto il 02 ottobre del 2019;

 

OMICIDIO "SIDDIQUE ADNAN"
?    il 04 giugno 2020, in Caltanissetta (CL), i militari della Compagnia di Caltanissetta davano esecuzione al fermo di polizia giudiziaria nei confronti di nr. 2 cittadini Pakistani, Shoaib Muhhamad e Ali Shujaat, per l'omicidio volontario di Siddique Adnan. Contestualmente traevano in arresto in flagranza di reato, per favoreggiamento personale, un cittadino Pakistano, Mehdi Muhammad, il quale aveva messo a disposizione il suo appartamento come nascondiglio dei due predetti connazionali.
Nel pomeriggio della medesima data, in Canicattì (AG), i militari dell'Arma rintracciavano e sottoponevano a fermo della polizia giudiziaria altri 2 cittadini Pakistani coinvolti nell'omicidio, Bilal Muhammed e Cheema Muhammad Imran, resisi irreperibili immediatamente dopo la commissione del reato. Il 09 ed il 15 giugno 2020, in Caltanissetta (CL), militari del N.O.R. della Compagnia Carabinieri di Caltanissetta, unitamente al personale della Squadra Mobile della Questura di Caltanissetta, davano esecuzione al fermo di indiziato di delitto per concorso in omicidio aggravato e Ordine di Custodia Cautelare in carcere nei confronti di altri 2 cittadini Pakistani Awan Muhammed Sharjeel e Muhammad Nawaz, anch'essi coinvolti nell'omicidio di Siddique Adnan;

 

OPERAZIONE "CITTADELLA"
?    il Nucleo Investigativo Carabinieri di Caltanissetta, lungo le strade del centro cittadino, ha svolto un'attività investigativa tesa a reprimere i reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, che ha condotto all' esecuzione, nel mese di Giugno 2020, di una misura cautelare nei confronti di quattro soggetti ed al sequestro di appartamenti messi a disposizione per l'esercizio del meretricio;

 

SPEDIZIONE PUNITIVA A RIESI
?    l'8 giugno 2020 i Carabinieri della Stazione di Riesi, arrestavano in flagranza di reato tre pregiudicati del luogo resisi responsabili, davanti alla locale caserma, della violenta aggressione di un giovane del luogo che aveva poco prima causato un incidente stradale, nel quale aveva riportato danni la saracinesca di un esercizio commerciale riconducibile alla famiglia dei tre aggressori;

Condividi Notizia
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
L'Arma dei Carabinieri traccia il bilancio del 2020: la provincia di Caltanissetta segnata da sei omicidi, tutti risolti
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta