ricerca il tuo profilo
Seguo News
Il grido di aiuto delle pasticcerie e dei ristoratori di Caltanissetta: "Fateci lavorare a Natale"
Attualita
Visite1658

Il grido di aiuto delle pasticcerie e dei ristoratori di Caltanissetta: "Fateci lavorare a Natale"

A farsi portavoce delle richieste d'aiuto che provengono dalla categoria, è il Codacons che chiede al Governo di apportare delle misure alle decisioni adottate

Redazione
21 Dicembre 2020 19:39

Il Codacons di Caltanissetta raccoglie la richiesta di aiuto di numerose pasticcerie e attività di ristorazione nissene duramente colpite, al pari di altre categorie produttive, dalle ulteriori misure introdotte dal Governo che si sommano alle restrizioni entrate in vigore con il decreto legge del 2 dicembre e con il Dpcm del 3 dicembre 2020. Il nuovo Decreto Natale, infatti, ha introdotto ulteriori misure restrittive e creano non pochi dubbi e perplessità tra i cittadini sui comportamenti che potranno essere adottati nei giorni di lockdown nazionale. I giorni da "bollino rosso" saranno 10 e, precisamente, il 24, 25, 26, 27, 31 dicembre, 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021 mentre nei giorni 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio l'intera Italia sarà considerata zona arancione. Sono 35 le attività che potranno rimanere aperte anche nei giorni di lockdown nazionale, ossia tutte quelle indicate negli allegati 23 e 24 contenuti del precedente Dpcm 3 dicembre 2020. Tra queste i supermercati, ipermercati, discount, tabacchi, latterie, alimentari, parrucchieri e barbieri, ferramenta e negozi di computer. Ci sono edicole, librerie, cartolerie, negozi di giocattoli, di biancheria e di articoli sportivi. E anche farmacie, parafarmacie, profumerie, fiorai, lavanderie, tintorie, pompe funebri, negozi per animali. Resteranno aperte anche le pasticcerie che potranno continuare a svolgere regolarmente l'attività di vendita con asporto senza la somministrazione ai tavoli (codice ATECO 56.10.30). Dunque nei giorni in cui l'Italia sarà zona rossa si potranno regolarmente raggiungere le attività commerciali e alimentari (comprese le pasticcerie) all'interno del proprio comune di appartenenza, ovviamente sempre con autocertificazione, su cui va specificato il motivo dello spostamento.

Condividi Notizia
Commenti
Il grido di aiuto delle pasticcerie e dei ristoratori di Caltanissetta: "Fateci lavorare a Natale"

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta