ricerca il tuo profilo
Seguo News
Etna: vulcano 'inquieto', nuovo parossismo notturno e cenere
Cronaca
Visite1576

Etna: vulcano 'inquieto', nuovo parossismo notturno e cenere

Il materiale è stato spinto dal vento verso sud-est, causando ricadute di cenere e lapilli sugli abitati in quel settore: Zafferana, Fleri, Acireale

Redazione
18 Febbraio 2021 12:34

Nuovo fenomeno parossistico la notte scorsa sull'Etna, che a 32 ore dallo spettacolare episodio eruttivo di due giorni fa dal Cratere di Sud-Est continua ad essere un vulcano 'inquieto'. Anche questo evento è stato caratterizzato da alte fontane di lava, che hanno raggiunto altezze comprese tra i 600 e i 700 metri, da colate di lava, dirette maggiormente verso la Valle del Bove, ma anche verso sud-ovest, e una densa colonna eruttiva carica di cenere e lapilli.
    Il materiale è stato spinto dal vento verso sud-est, causando ricadute di cenere e lapilli sugli abitati in quel settore: Zafferana, Fleri, Acireale. Il fenomeno, osservato dagli esperti dell'Ingv-Oe di Catania, e durato alcune decine di minuti, si è concluso intorno all'01:55. E' stato anticipato dalla fuoriuscita di alcune colate. I flussi lavici sono ancora in lento avanzamento, ma non sono più alimentati. Quella principale si sta espandendo sul fondo della desertica Valle del Bove ad una quota poco sotto 2.000 metri, avendo percorso circa 4 chilometri. Un flusso più piccoli diretto verso la Valle del Leone è lungo circa 1 km con un fronte a quota 2.900 m circa. Un ulteriore trabocco è avvenuto sul fianco meridionale del Cratere di Sud-Est, alimentando una piccola colata verso sud-ovest.
    L'ampiezza media del tremore vulcanico, che dopo la fase parossistica è diminuita velocemente, adesso presenta valori medi, ben al di sotto di quelli che si registravano prima della fontana di lava. La sorgente del tremore risulta localizzata in coincidenza del Cratere di Sud-Est, alla profondità di circa 2.800 metri sopra il livello del mare. Anche l'attività infrasonica è diminuita notevolmente, con valori bassi. I dati di deformazione della rete Gps non hanno registrato variazioni significative, mentre i segnali della rete clinometrica hanno mostrato contenute variazioni in concomitanza con l'attività eruttiva. (ANSA).

© Riproduzione riservata

Condividi Notizia
Commenti
Etna: vulcano 'inquieto', nuovo parossismo notturno e cenere

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta