ricerca il tuo profilo
Seguo News
Due fratelli morti a Niscemi dopo aver incendiato una villetta: chiesto il processo per il proprietario
Cronaca
Visite2459

Due fratelli morti a Niscemi dopo aver incendiato una villetta: chiesto il processo per il proprietario

La Procura di Gela ha chiuso le indagini nel confronti del proprietario dell'immobile, Giuseppe Azzolina. Nell'esplosione persero la vita due fratelli, esecutori materiali dell'attentato

Redazione
19 Febbraio 2021 11:07

Avrebbe commissionato a due fratelli di Niscemi, l'incendio della sua villetta di contrada Vituso. Nell'attentato, i due attentatori, Roberto e Alfonso Massimiliano Schembri di Niscemi, esecutori materiali dell'incendio, persero la vita a causa dell'esplosione provocata dalla fuoriuscita di gas da due bombole che erano all'interno della villetta. La Procura di Gela, ha chiuso le indagini e chiesto il rinvio a giudizio per il proprietario dell'immobile, Giuseppe Azzolina, titolare di un'agenzia di pompe funebri. L'attentato incendiario risale esattamente a tre anni fa. Una delle due bombole di gas, posizionate dagli attentatori all'interno di un carro funebre e della cucina dell'abitazione, a contatto con le fiamme si sarebbe trasformata in un micidiale ordigno. Una deflagrazione devastante che investì in pieno i due fratelli.

Roberto Schembri, morì il 2 marzo del 2018 nel reparto Grandi ustionati dell'ospedale di Bari. Dopo pochi mesi, a giugno, stessa sorte toccò a suo fratello Alfonso Massimiliano che era stato ricoverato al Civico di Palermo.

Condividi Notizia
Commenti
Due fratelli morti a Niscemi dopo aver incendiato una villetta: chiesto il processo per il proprietario

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta