Seguo News
Doloroso addio della Nissa Rugby al campionato di Serie C: "Non ci sono campi omologati in provincia"
Sport
Visite1204

Doloroso addio della Nissa Rugby al campionato di Serie C: "Non ci sono campi omologati in provincia"

Un colpo devastante per la società nissena che per adesso prosegue gli allenamenti del settore giovanile e del mini rugby

Redazione
21 Ottobre 2022 11:13

Doloroso e "incredibile" addio quello della DLF Nissa Rugby che è stata costretta a rinunciare al campionato seniores maschile di serie C Regionale poiché a Caltanissetta, vista la perdurante chiusura del "M. Tomaselli", non c'è un campo omologato per il rugby; analoga la situazione in tutta la provincia. Dopo ben 15 stagioni, la società punto di riferimento del rugby del Centro Sicilia, presieduta da Giuseppe Lo Celso, non prenderà parte al campionato seniores maschile. Un colpo devastante per la società nissena che per adesso prosegue gli allenamenti del settore giovanile e del mini rugby presso il complesso sportivo "M. Amari" di Portella della Ginestra.

Si susseguono le riunioni in seno alla società anche perché il problema del campo potrebbe riproporsi a breve per i tornei giovanili e per la senior femminile. Tutto questo mentre lo stadio nisseno M. Tomaselli" resta chiuso perché l'Amministrazione ha deciso di apportare, con decisione unilaterale, un cambiamento al capitolato d'appalto che prevedeva l'intarsio delle linee indelebili per rugby e calcio.  L'amministrazione per poter modificare il capitolato necessita di una deroga che può concedere solo "Sport e Salute" che ha sborsato il finanziamento e che necessita dell'accordo congiunto della FIR e della FIGC. I lavori non completati non consentono il collaudo.

Una vicenda "allucinante" sulla quale si è soffermato anche il presidente regionale della FIR, Gianni Saraceno: "Il ritiro di una squadra è sempre una notizia desolante e lo è ancora di più quando deriva da circostanze esterne e sinceramente difficili da comprendere: un impianto praticamente pronto per essere consegnato all'utilizzo della città e degli sportivi che resta chiuso per il tentativo surrettizio di non rispettare quanto previsto dal capitolato d'appalto e finanziato da Sport e Salute. La Federazione Italiana Rugby - sia a livello centrale che territoriale - ha ripetutamente invocato lo spirito di collaborazione che dovrebbe contraddistinguere l'azione tanto dell'Amministrazione Comunale che della LND ma - a tutt'oggi - i nostri appelli sono caduti nel vuoto. L'augurio è che il buonsenso prevalga e la vicenda si sblocchi al più presto consentendo la ripresa delle attività sportive senza ulteriore pregiudizio per tutte le società coinvolte".

© Riproduzione riservata

Condividi Notizia
Commenti
Doloroso addio della Nissa Rugby al campionato di Serie C: "Non ci sono campi omologati in provincia"

Franco

L'addio della Nissa Rugby è l'emblema della situazione dell'impiantistica sportiva del nostro territorio. Togliendo il campo di San Cataldo nel centro della provincia c'è il nulla. Non ho mai capito perchà© anche il più piccolo, quasi disabitato, paesino del Nord abbia un campo sportivo in ordine, una palestra polifunzionale e spesso anche una piscina e noi non abbiamo neanche le strade. Sarà  perchà© non siamo in grado di scegliere chi ci deve governare o che quando li scegliamo poi lasciamo fare e ognuno di noi si guarda il proprio orticello???? Percorriamo strade indegne e ci lamentiamo delle buche ( voragini).....ma non facciamo nulla. Non abbiamo un campo sportivo decente....e allarghiamo le spalle mentre chi si è impegnato negli anni passati, ritira la squadra (in molti paesi è scomparso il calcio n.d.r). Potrei continuare all'infinito..... Se non ci svegliamo, spariremo e chi ha voglia di fare qualcosa se la farà  passare.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta