ricerca il tuo profilo
Seguo News
Depistaggio Borsellino a Caltanissetta, Dacquì: "Era evidente che Scarantino fosse inaffidabile"
Cronaca
Visite1715

Depistaggio Borsellino a Caltanissetta, Dacquì: "Era evidente che Scarantino fosse inaffidabile"

E' quanto ha affermato durante l'udienza di oggi, l'avvocato Giuseppe Dacquì, parte civile di Natale Gambino

Redazione
17 Maggio 2022 17:45

"Per vent'anni siamo stati calpestati e sbeffeggiati. Scarantino ha allontanato la verità. All'epoca dissi che su via d'Amelio c'è stata la manina dei servizi segreti deviati, oggi dico la manona". Ad affermarlo l'avvocato Giuseppe Dacquì, legale di Natale Gambino, condannato ingiustamente per la strage di via D'Amelio e poi scarcerato perché innocente. L'avvocato lo ha detto durante la sua arringa al processo sul depistaggio delle indagini successive all'attentato di via d'Amelio, ripreso oggi nell'aula bunker del carcere di Caltanissetta. "E' innegabile che ci sia stato un soggetto occulto a dirigere il pupo. Era evidente che Scarantino fosse inaffidabile. Era un fantoccio, peraltro fabbricato male. Bisognava aspettare Spatuzza per squarciare il velo?". Gli imputati sono tre poliziotti Mario Bo, Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo, ex appartenenti al pool "Falcone-Borsellino" della Squadra Mobile di Palermo. Sono accusati di calunnia aggravata dall'aver favorito Cosa nostra.

© Riproduzione riservata

Condividi Notizia
Commenti
Depistaggio Borsellino a Caltanissetta, Dacquì: "Era evidente che Scarantino fosse inaffidabile"

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta