ricerca il tuo profilo
Seguo News
Covid, a Gela la curva è crollata. "Greco: "Abbiamo preso decisioni difficili ma necessarie"
Politica
Visite2102

Covid, a Gela la curva è crollata. "Greco: "Abbiamo preso decisioni difficili ma necessarie"

Si contano meno di 100 casi. Un risultato raggiunto solo dopo che la città è stata dichiarata zona rossa

Redazione
05 Marzo 2021 19:18

Sono davvero rassicuranti i dati dell'ASP relativi all'andamento della pandemia da Covid a Gela questa settimana. Ieri non è stato registrato alcun soggetto positivo al Sars-Cov-2, e da diversi giorni ormai non si viaggia sulle doppie cifre. La curva epidemiologica, dunque, dopo un iniziale appiattimento, è crollata. Merito, senz'altro, delle massicce misure di contenimento e del modo in cui la cittadinanza ha dimostrato un forte senso civico, rispettando le regole e attenendosi alle ordinanze.
"L'emergenza sanitaria e sociale che ci aveva risparmiati nella prima ondata, - afferma il Sindaco Lucio Greco - ci ha investiti in pieno nella seconda, che non ha salvato alcuna regione e alcuna provincia.

Il Covid ha colpito duro anche da noi, mostrando tutti i nervi scoperti del nostro fragile sistema sanitario e chiamandoci a sacrifici e responsabilità mai conosciuti prima. Adesso, per fortuna, i numeri dell'emergenza in città sono in caduta libera. Siamo sotto i 100 contagiati, e ci tengo a ringraziare i cittadini per aver fatto al meglio la loro parte. Sono consapevole di aver preso decisioni poco popolari, ma il tempo ha dato ragione all'operato di questa amministrazione che, con fermezza e coraggio, ha deciso di intervenire, chiedendo la proclamazione della zona rossa in un momento in cui, stando ai protocolli, si poteva ancora attendere un po'.

Credo che sia stata una scelta corretta, che ci ha salvato e che ha permesso di predisporre delle limitazioni che hanno scongiurato scenari ancora peggiori rispetto a quelli che abbiamo, comunque, visto e vissuto. Sono stati momenti drammatici, - continua Greco - l'ospedale Vittorio Emanuele è arrivato quasi al collasso, ma abbiamo saputo dimostrarci comunità. Il mio pensiero va oggi a quelli che non ce l'hanno fatta e ai loro familiari. Ci stringiamo tutti a loro per la perdita e il grande dolore subiti. Per gli altri, invece, l'invito è sempre a non abbassare la guardia e a non vanificare i tanti sacrifici fatti. I focolai possono riesplodere in un attimo, come ci stanno dimostrando proprio in queste ore alcune realtà a noi vicine che stanno per diventare zona rossa.

Siamo alle porte del week end, e il mio appello è a non assembrarsi al lungomare o negli altri luoghi di ritrovo. La nostra città è grande, moltissimi sono i posti all'aria aperta in cui ci si può recare per prendere una boccata d'aria mantenendo il distanziamento. Cerchiamo di attenerci a queste semplici indicazioni, ad indossare la mascherina e ad igienizzare spesso le mani. Se resteremo uniti, ma distanti, - conclude il Primo Cittadino - sono certo che continueremo a mantenere a lungo i zero contagi giornalieri".

Condividi Notizia
Commenti
Covid, a Gela la curva è crollata. "Greco: "Abbiamo preso decisioni difficili ma necessarie"

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta