ricerca il tuo profilo
Seguo News
Coronavirus, attesa bozza nuovo Dpcm: dai ristoranti alle palestre, ecco cosa si prevede
Cronaca
Visite1382

Coronavirus, attesa bozza nuovo Dpcm: dai ristoranti alle palestre, ecco cosa si prevede

Il testo che il governo sta preparando sarà inviato in queste ore alle Regioni, con le quali prosegue il confronto sulle misure da adottare

Redazione
26 Febbraio 2021 10:25

È attesa per oggi la prima bozza del nuovo Dpcm anti-Covid, il primo del governo Draghi.  Il provvedimento scatterà il 6 marzo e dovrebbe essere valido per un mese esatto dunque anche per Pasqua e Pasquetta, festività che per il secondo anno di fila le famiglie dovranno trascorrere nel pieno delle restrizioni.

Il testo che il governo sta preparando sarà inviato in queste ore alle Regioni, con le quali prosegue il confronto sulle misure da adottare.

 

Ecco cosa dovrebbe prevedere il nuovo Dpcm.

SPOSTAMENTI TRA LE REGIONI

Gli spostamenti tra le Regioni sono vietati fino al 27 marzo ma col prossimo Dpcm potrebbe arrivare una nuova proroga. Come sempre è consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione così come sono consentiti gli spostamenti motivati da esigenze lavorative, ragioni di salute o situazioni di necessità. Permessa in zona gialla in ambito regionale la visita in una sola abitazione privata, una volta al giorno, fra le 5 del mattino e le 22. Possono spostarsi due persone più i figli minori di 14 anni.

SECONDE CASE

Lo spostamento nelle seconde è consentito anche se sono in zone rosse, ma riguarda solo il nucleo familiare. Sono vietati i viaggi per turismo. In alcuni casi le ordinanze regionali sulle zone arancioni o arancione rafforzate possono prevedere il divieto di recarsi nella seconda casa.

 

NEGOZI

Saracinesche abbassate solo in zona rossa dove sono garantiti esclusivamente gli esercizi commerciali di prodotti essenziali: farmacie, alimentari, ferramenta, cura della persona, parrucchieri. In zona gialla e arancione tutti i negozi sono aperti. Nei week end continuano ad essere chiusi i centri commerciali. Negli esercizi sono valide le solite misure di sicurezza: distanziamento, mascherina, ingressi contingentati.

PISCINE E PALESTRE

La possibilità di andare in palestra o in piscina è ancora lontana. Restano vietati gli sport di contatto e di squadra, ma è consentita l'attività motoria individuale all'aperto come la camminata, la bici e la corsa. Al momento il Cts visto l'andamento dei contagi non ritiene opportuno allentare le restrizioni in questo settore. Se le cose dovessero migliorare si potrebbe pensare almeno a lezioni individuali o su prenotazioni. Agli agonisti è permesso di allenarsi.

CINEMA, TEATRI, MUSEI

C'è uno spiraglio per cinema e teatri. Il ministro Gelmini ha annunciato che una possibile riapertura potrebbe arrivare ad aprile e si lavora ad un protocollo preciso e rigido che dovrebbe prevedere anche l'uso delle mascherine, il distanziamento in sala, la misurazione della temperatura, biglietti personali e sale sanificate. Il ministero starebbe lavorando anche per tenere aperti musei e aree archeologiche anche il sabato e la domenica. Ora sono aperti solo nei giorni infrasettimanali in zona gialla.

© Riproduzione riservata

Condividi Notizia
Commenti
Coronavirus, attesa bozza nuovo Dpcm: dai ristoranti alle palestre, ecco cosa si prevede

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta