Seguo News
Consorzio di Bonifica di Gela, da quattro mesi senza stipendi e progetti: prosegue lo stato di agitazione
Politica
Visite666

Consorzio di Bonifica di Gela, da quattro mesi senza stipendi e progetti: prosegue lo stato di agitazione

I sindacati chiedono un incontro con il Commissario Straordinario del Consorzio di Bonifica della Sicilia Occidentale

Redazione
23 Luglio 2022 20:46

In seguito all'assemblea sindacale tenutasi ieri resso la sede del Consorzio di bonifica 5 di Gela i sindacati, rappresentati da Carmelo Cimino (Fai Cisl), Giuseppe Randazzo (Flai Cgil) e Giovanni D'Angelo (Filbi Uil),  ad oggi non ci sono stati riscontri all'incontro tenutosi presso la Prefettura di Caltanissetta il 28 giugno 2022; non è stata data adeguata copertura finanziaria nel bilancio della regione siciliana al fabbisogno economico dei Consorzi di bonifica, come più volte promesso dall'Assessore Scilla; nonostante siamo arrivati alla fine del mese di luglio ancora non si hanno notizie del finanziamento, da parte dell'Assessorato Regionale alla Famiglia, alle Politiche Sociali e al Lavoro, del pagamento della prima semestralità del contributo previsto in favore del Consorzio di Gela per gli ex contrattisti ai sensi dell'art.30 della L.R. 5 del 2014.

Inoltre non si hanno notizie del finanziamento straordinario di 550 mila euro previsti dalla legge di bilancio 2022 in favore del Consorzio di bonifica 5 di Gela e il loro futuro utilizzo;  non si conosce la reale situazione economica dell'Ente e la quantificazione reale dei debiti in seguito ai continui pignoramenti a cui si deve far fronte pregiudicando ancor di più le spettanze dei lavoratori; non è dato sapere quali siano gli introiti reali dei canoni e del servizio di irrigazione e quali sono le azioni messe in campo per il recupero delle somme non incassate negli ultimi anni e cosa intende fare l'ente per evitare che in futuro tale problematica possa reiterarsi; non si conosce se si sono approntati progetti volti a migliorare il servizio che l'ente è tenuto a fornire agli agricoltori, o se si vuole continuare come nel passato con interventi emergenziali per la manutenzione ordinaria e straordinaria; non si hanno notizie di come l'Ente intenda fare fronte alla oramai atavica carenza di personale addetto al servizio di irrigazione, anche in considerazione del blocco del turn-over (ex art. 60), o si pensa di affrontarlo solo con l'impiego degli ex LSU, molti dei quali con limitazioni prescritte dal medico del lavoro; l'Ente non ritiene necessario il confronto con le Organizzazioni Sindacali, come previsto tra l'altro dal CCNL di Settore nella fase di cronoprogramma e avvio della campagna irrigua; ¨ ad oggi non sono stati pagati gli stipendi per le mensilità di Aprile, Maggio, Giugno e a breve sarà maturato anche il mese di Luglio; ¨ non risultano pagati straordinari, reperibilità, mansioni superiori e giornate integrative dal 2019.

 Per tutte le ragioni prima esposte si comunica che assieme alle lavoratrici e ai lavoratori è stato deciso di continuare ad oltranza con il blocco degli straordinari e della reperibilità, lo svolgimento delle mansioni previste dal contratto e conseguente blocco dello svolgimento delle mansioni superiori non riconosciute e non pagate per gli anni precedenti ed infine la non disponibilità dell'utilizzo del mezzo proprio per svolgere i servizi d'istituto. Si preannuncia fin da ora la messa in campo di tutte le iniziative necessarie al fine di vedere riconosciuti diritti e tutele alle lavoratrici e ai lavoratori che si ritrovano a dover affrontare questa fase di crisi sociale del nostro paese senza stipendio e senza la dignità di lavoratori perché nonostante abbiano in questi mesi continuato a lavorare normalmente per fornire un servizio adeguato, si sono ritrovati in enorme difficoltà a poter soddisfare i propri bisogni primari e quelli delle proprie famiglie. Pertanto si richiede un incontro urgente con il Commissario Straordinario del Consorzio di Bonifica della Sicilia Occidentale Dott. Antonio Garofalo alla presenza di tutti i lavoratori del Consorzio 5 di Gela per un confronto franco sulla volontà, tutta politica, di mettere il Consorzio di Gela nelle condizioni di poter svolgere un reale servizio all'agricoltura del nostro territorio. (Foto archivio)

© Riproduzione riservata

Condividi Notizia
Commenti
Consorzio di Bonifica di Gela, da quattro mesi senza stipendi e progetti: prosegue lo stato di agitazione

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta