ricerca il tuo profilo
Seguo News
Case, i siciliani credono ancora nel mattone: aumenta l'importo richiesto per i mutui
Attualita
Visite752

Case, i siciliani credono ancora nel mattone: aumenta l'importo richiesto per i mutui

Nel corso del primo trimestre le banche non solo hanno continuato ad offrire condizioni favorevoli, ma hanno anche mantenuto una certa elasticità nei criteri di valutazione del merito creditizio dei richiedenti

Redazione
15 Aprile 2021 12:31

L'aumento dei tassi dei mutui non scoraggia i siciliani che, anzi, dimostrano, di credere sempre di più nel mattone. Nel primo trimetre di quest'anno l'importo medio richiesto alle banche per l'acquisto di un immobile è cresciuto del 3,3%rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, arrivando a 114.690 euro. La valutazione viene fuori dallo studio realizzato da Facile.it e Mutui.it che ha analizzato un campione di oltre 6.900 domande di mutuo raccolte in Sicilia tra gennaio e marzo 2021. Importanti differenze, però, si registrano a livello provinciale.

In aumento, invece, la durata del piano di ammortamento medio che, probabilmente per via dell'incremento degli importi richiesti, passa da più di 20 anni e mezzo a 22 anni. «Nel corso del primo trimestre le banche non solo hanno continuato ad offrire condizioni favorevoli, ma hanno anche mantenuto una certa elasticità nei criteri di valutazione del merito creditizio dei richiedenti; tutto questo ha contribuito a sostenere la domanda in un periodo comunque ancora molto influenzato dagli effetti della pandemia», spiega Ivano Cresto, Responsabile mutui di Facile.it.

Cosa è successo sul fronte dei tassi nei primi tre mesi dell'anno? Secondo l'analisi di Facile.it e Mutui.it, nonostante le condizioni applicate dalle banche siano rimaste estremamente favorevoli, qualcosa sul fronte degli indici si è mosso e questo ha prodotto, in particolare, un lieve aumento dei tassi fissi.

Il rincaro, spiegano gli esperti di Facile.it, è dovuto alle aspettative di inflazione: le previsioni di crescita dell'economia americana e, di riflesso, la possibile ripartenza dell'economia europea e dei prezzi al consumo, hanno determinato un aumento dell'IRS (l'indice che guida il tasso dei mutui fissi), con conseguente rincaro dei tassi offerti alla clientela. Secondo le simulazioni di Facile.it, per un finanziamento da 126.000 euro da restituire in 25 anni, ad aprile 2021 il Taeg medio rilevato online è salito all'1,37%, vale a dire il 10,5% in più rispetto a febbraio 2021.

Ancora molto basso, invece, il tasso variabile: ad aprile 2021, secondo la simulazione di Facile.it, il Taeg medio era pari all'1,03%. Torna quindi ad allargarsi la forbice tra tassi fissi e tassi variabili e, secondo la simulazione di Facile.it, oggi la differenza media è di circa 18 euro sulla singola rata iniziale.
Nonostante questo, però, i siciliani sembrano ancora affezionati al tasso fisso tanto che, nel primo trimestre del 2021, più di nove aspiranti mutuatari su dieci hanno scelto questa opzione.

Condividi Notizia
Commenti
Case, i siciliani credono ancora nel mattone: aumenta l'importo richiesto per i mutui

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta