ricerca il tuo profilo
Seguo News
Calci e pugni ai carabinieri, raptus di una ragazza di Riesi. Finisce agli arresti domiciliari
Cronaca
Visite1412

Calci e pugni ai carabinieri, raptus di una ragazza di Riesi. Finisce agli arresti domiciliari

I carabinieri della Stazione di Ravanusa, in provincia di Agrigento, hanno arrestato in flagranza di reato Simona Federico, 29enne, residente a Riesi,...

Redazione
02 Maggio 2015 09:57

I carabinieri della Stazione di Ravanusa, in provincia di Agrigento, hanno arrestato in flagranza di reato Simona Federico, 29enne, residente a Riesi, già conosciuta dalle forze dell’ordine, perché responsabile dei reati di resistenza ad un pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e rifiuto d’indicazioni sulla propria identità. I militari dell’Arma sono intervenuti in via Edison dove la donna si trovava in evidente stato di agitazione psicofisica, lasciando presagire che potesse compiere atti di autolesionismo. Ma la giovane riesina si è rifiutata di fornire ai carabinieri le proprie generalità, aggredendoli con calci e pugni fin quando non è stata bloccata. I due carabinieri sono rimasti illesi. Il raptus di Simona Federico è proseguito anche in caserma, dove ha sferrato un calcio contro una porta in vetro degli uffici mandandola in frantumi. La ragazza, su ordine della procura di Agrigento, è finita agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida da parte del gip.

© Riproduzione riservata

Condividi Notizia
Commenti
Calci e pugni ai carabinieri, raptus di una ragazza di Riesi. Finisce agli arresti domiciliari

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta