ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Trialometani nell'acqua a Caltanissetta, il dirigente dell'Asp Bonura: "Ecco cosa c'è da sapere"
Salute
visite11526

Trialometani nell'acqua a Caltanissetta, il dirigente dell'Asp Bonura: "Ecco cosa c'è da sapere"

Intervista di Rita Cinardi al direttore del Dipartimento Prevenzione dell'Asp di Caltanissetta in merito ai trialometani presenti nell'acqua per via dei quali è stato imposto il divieto per uso alimentare

Rita Cinardi
12 Novembre 2018 14:15

In questi giorni siamo stati informati della presenza di Trialometani nell'acqua che viene distribuita, di cosa si tratta? 
Sono la conseguenza dei trattamenti di disinfezione dell'acqua. Questo è un periodo in cui l'acqua è stata interessata da fenomeni di torbidità dovuti alle piogge che hanno interessato la nostra zona e allora questo ha richiesto un quantitativo di cloro superiore rispetto a quello normalmente utilizzato. Questo determina come fatto negativo la possibilità che questi trialometani, che sono delle sostanze chimiche, si innalzino rispetto ai valori guida. Queste sostanze infatti sono normalmente presenti nell'acqua ma lo sono entro certi valori, i valori massimi in Italia sono circa 30 e noi abbiamo trovato dei valori intorno a 38/40. Da ciò si è stabilito che l'acqua poteva essere distribuita a condizioni che non la si usi per scopi alimentari  e domestici relativi alla pulizia della persona.
 
Su internet leggiamo che si tratta di sostanze cancerogene e che possono determinare problemi a fegato e reni, cosa c'è di vero?
 
Gli studi negli animali rivelano che un consumo nel tempo, ma ovviamente parliamo di anni, può determinare degli effetti anche cancerogeni. Ma qualsiasi sostanza dannosa, come il fumo e l'alcol, assunta per anni può determinare questi effetti. Noi speriamo che la problematica si risolva nel giro di pochi giorni e comunque è fondamentale non utilizzare l'acqua a scopi alimentari come già è stato specificato. I trialometani sicuramente non sporcano i serbatoi, perché camminano con l'acqua, sono volatili, quindi più tempo passa e meno ne troviamo. Quindi non è necessario, come nel caso di inquinamenti batteriologici o chimici di altre sostanze, effettuare la pulizia dei serbatoi. Di buono c'è comunque che quest'acqua non ha contaminazioni microbiologiche
 
I nisseni si chiedono se a parte l'uso alimentare, vista la presenza di trialometani, sì possono lavare le stoviglie o si può utilizzare per la pulizia personale. 
 
La risposta è nì. E' meglio utilizzarla solo per pulire a terra o i gabinetti ma per le altre cose, pur ritenendo che il pericolo sia minimo, consigliamo l'uso di acqua potabile. 
 
 

All'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta sarà attivato il Trauma Center: il commissario Furnari firma la delibera
News Successiva
Caltanissetta, comitato "La voce dei disabili" annuncia sit-in di protesta: "Sospesi anche i servizi di trasporto e igienico-personale"
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Trialometani nell'acqua a Caltanissetta, il dirigente dell'Asp Bonura: "Ecco cosa c'è da sapere"

Daniele Bonura

Grazie della spiegazione molto argomentata P.S.ciao zio sono Daniele Bonura

Ferdinando

Dato che è stata accertata la responsabilità  di Caltaqua, ritengo che la stessa dovrebbe risarcire i nisseni almeno per i numerosi litri di acqua che consumeranno per svuotare le autoclavi onde provvedere alla loro disinfestazione. Come pensa la pubblica amministrazione di tutelare a tale proposito i nisseni?

Amico Massimo

Interessante pagare l'acqua alle tariffe vigenti e poterla utilizzare solo per lavare a terra ed il wc!

Peppuccio ANZALONE

Sempre preciso e professionale.Mi fido incondizionatamente.

mah

ma perchè hanno dato l'acqua....a quest'ora gran parte di noi aveva a disposizione interi serbatoi...adesso ci consigliano di fare la doccia con l'acqua potabile....aha...però possiamo lavare a terra tutti i giorni...poi, non serve pulire i serbatoi...e quindi quando sarà  possibile non lavarci più con l'acqua in bottiglia? più passa il tempo dice...ma quanto tempo?....a me sembra tanto un modo per non creare allarmismi...e soprattutto per non avviare richieste di risarcimenti-pulizia serbatoi- a chi di competenza...invito tutti gli amministratori condominiali a fregarsene di questi pseudo consigli e di procedere non appena la situazione si sistemerà  alla pulizia dei serbatoi...e alla consegna di relativa fattura a Caltaqua presentando istanza di rimborso. Anche in questa occasione il nostro grande sindaco non è dalla nostra parte...grazie ancora sindaco! arrivederci alle prossime elezioni...

Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta