ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Terrore sul bus nel milanese: sequestra 51 bambini poi dà fuoco al mezzo
Cronaca
visite1883

Terrore sul bus nel milanese: sequestra 51 bambini poi dà fuoco al mezzo

"Voglio farla finita, vanno fermate le morti nel Mediterraneo". È quanto avrebbe detto, secondo una prima ricostruzione dei Carabinieri, Ousseynou Sy

Redazione
20 Marzo 2019 15:50

L'autista di un bus è stato fermato dai carabinieri dopo che aveva versato benzina all'interno del mezzo di linea, appiccando il fuoco. Sull'autobus, che stava percorrendo la strada provinciale 415 all'altezza di San Donato Milanese (Milano), si trovava una scolaresca . Alla guida del bus c'era un 47enne, Ousseynou Sy, senegalese di origine ma italiano dal 2004, con dei precedenti penali. In mattinata, secondo una prima ricostruzione, l'uomo ha sequestrato il mezzo con a bordo 51 ragazzini della scuola media Vailati di Crema (nel Cremonese) e ha annunciato di volersi uccidere.
"Voglio farla finita, vanno fermate le morti nel Mediterraneo". È quanto avrebbe detto, secondo una prima ricostruzione dei Carabinieri, Ousseynou Sy, il 47enne che ha sequestrato un autobus con a bordo una cinquantina di studenti e poi gli ha dato fuoco, minacciando di uccidersi.
"La cosa importante è la felice risoluzione di un evento, che poteva portare a un epilogo tragico, grazie al coraggio dei ragazzi che sono stati veramente bravi": è quanto ha detto Luca De Marchis, comandante provinciale dei Carabinieri di Milano, commentando quanto è avvenuto oggi a San Donato Milanese. De Marchis ha spiegato che ''l'uomo non era armato" e "non ha legato i ragazzini" ed è ora indagato per strage e sequestro di persona.
Dopo la telefonata di un alunno al 112, l'autobus sequestrato da Ousseynou Sy è stato intercettato da tre pattuglie dei Carabinieri ma non si è fermato e ha speronato una macchina colpendone poi altre due "senza provocare feriti". E' quanto ha spiegato il comandante provinciale dei Carabinieri Luca De Marchis, parlando di "momenti durati pochi minuti ma molto concitati".L'uomo, sposato e poi separato con un donna italiana, con due figli di 12 e 18 anni, aveva "qualche precedente del 2007 e del 2011 al momento non ci risultano precedenti specifici di questa matrice".
Ci ha ammanettati e ci minacciava. Diceva che se ci muovevamo, versava la benzina e accendeva il fuoco. Continuava a dire che le persone in Africa muoiono e la colpa è di Di Maio e di Salvini. Poi i carabinieri ci hanno salvati". Questo è il racconto di una ragazzina che era sul bus sequestrato da Ousseynou Sy a Crema e poi dato alle fiamme a San Donato.
Ventiquattro dei ragazzini presi in ostaggio da Ousseynou Sy, l'italiano di origini senegalesi che ha sequestrato un pullman questa mattina, sono arrivati nella palestra dell'Istituto Comprensivo Margherita Hack di San Donato, dove sono supportati da uno psicologo e ristorati. Alcuni di loro, nonostante la paura, stanno giocando a calcetto all'interno della palestra. Come spiegato dal maggiore Giancarlo Carraro, comandante della Compagnia di Crema, verranno assistiti da uno psicologico visto lo shock. I genitori, che sono già stati avvisati, arriveranno qui per riprendere i ragazzi.
È in corso la perquisizione della casa a Crema di Ousseynou Sy, il senegalese che ha sequestrato e dato fuoco a un pullman con 51 studenti delle scuole medie. Nell'appartamento, dove l'uomo viveva da solo, sono arrivati i Carabinieri che stanno indagando sulla sua vita e stanno cercando di capire le cause del suo gesto. L'uomo è accusato di tentata strage e sequestro di persona.
È di dodici ragazzini e due adulti portati in ospedale il bilancio degli intossicati nel corso del sequestro e successivo incendio di un autobus a San Donato Milanese. I ragazzi sono tutti in codice verde, uno degli adulti è stato trasportato in codice giallo alla clinica De Marchi. "Nessuno", spiegano dal 118, è ferito. In tutto sono stati 23 i bambini visitati sul posto in cui è stato dato alle fiamme l'autobus che avrebbe dovuto riportarli a scuola dopo l'attività sportiva ma che invece è stato sequestrato e dato alle fiamme una volta bloccato. I ragazzini, che frequentano le medie, sono stati portati nella palestra dell'istituto Margherita Hack di San Donato Milanese, in attesa dell'arrivo dei genitori e con supporto psicologico.
"Un senegalese con cittadinanza italiana al volante di uno scuolabus, con precedenti per guida in stato di ebbrezza e violenza sessuale, ha dirottato il mezzo e infine gli ha dato fuoco. È successo in provincia di Milano. L'uomo è stato arrestato. In questo momento le Forze dell'Ordine stanno perquisendo la sua abitazione. Voglio vederci chiaro: perché una persona con simili precedenti guidava un pullman per il trasporto di ragazzini?". Lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini.
È stato uno dei ragazzini a dare l'allarme e a far scattare l'intervento dei carabinieri che ha consentito di bloccare Ousseynou Sy ed evitare una strage. Secondo quanto è stato finora ricostruito, il 47enne italiano di origini senegalesi era alla guida del bus che doveva riportare i ragazzini a scuola, dopo un'attività sportiva all'aperto. Ad un certo punto Sy avrebbe cambiato percorso e, rivolgendosi agli studenti con in mano un coltello, avrebbe detto: "Andiamo a Linate, qui non scende più nessuno". A quel punto uno degli studenti a bordo ha chiamato con il cellulare i genitori che, a loro volta, hanno avvisato i carabinieri. Immediatamente sono scattati una serie di posti di blocco mentre le pattuglie hanno raggiunto il mezzo. L'autista a quel punto ha forzato uno sbarramento dei carabinieri, speronando le auto, ma ha perso il controllo: il bus ha rallentato e poi è finito contro il guardrail. A quel punto Sy ha cosparso il mezzo di benzina e ha dato fuoco con un'accendino, ma i militari sono riusciti a mettere in salvo studenti e professori entrando dalla porta posteriore e rompendo i finestrini. (ANSA)
   

Rubavano cassete di ortaggi durante il servizio: due carabinieri arrestati in provincia di Ragusa
News Successiva
Trovato il corpo di Nicoletta Indelicato, la 25enne era scomparsa da Marsala: due arresti
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Terrore sul bus nel milanese: sequestra 51 bambini poi dà fuoco al mezzo
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta