ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Nulla ferma la Nissa Rugby. Il capitano Palmeri: "Abbiamo dimostrato il nostro valore"
Sport
visite261

Nulla ferma la Nissa Rugby. Il capitano Palmeri: "Abbiamo dimostrato il nostro valore"

La Nissa Rugby asd gioca al San Teodoro di Librino contro i Briganti di Librino e vince l'incontro con un netto 3 a 36. Sei mete segnate da parte dei ...

Redazione
23 Novembre 2015 12:00

La Nissa Rugby asd gioca al San Teodoro di Librino contro i Briganti di Librino e vince l'incontro con un netto 3 a 36. Sei mete segnate da parte dei nisseni di cui 4 marcate dal capitano Palmieri autore di una gara sopra le righe, una dal trequarti Pappalardo e l'ultima dal pilone Venturino, dall’altra parte un solo calcio di punizione trasformato tra i pali per i catanesi. Partita di certo difficile dettata sia dal campo in condizioni precarie e sia dal temperamento che gli avversari hanno dimostrato in campo per tentare di fermare tutte le ondate di attacco nissene. Rimessa laterale e mischie chiuse ancora una volta dominate dai nisseni ma ancora tanto spreco a largo tra i trequarti che molte volte non concretizzano tutta la mole di gioco prodotta dalla squadra. La Nissa Rugby aveva un unico obiettivo vincere e farlo con il bonus e così è stato consolidando il suo primo posto in classifica in solitaria a 22 punti e ripartendo già da domani a pensare all’ennesima trasferta a Siracusa contro il Syrako di domenica prossima. Soddisfatto della partita giocata il capitano della Nissa Antonino Palmeri, “sapevamo già che quello di Librino sarebbe stato un campo insidioso per noi, ma nonostante ciò ci siamo imposti, mettendo in mostra una netta superiorità territoriale, e dominando le fasi statiche dell’incontro, consapevoli che potevamo concretizzare molto di più, a parte tutto grazie a questa vittoria consolidiamo il nostro primato in classifica e siamo già pronti e concentrati per il prossimo impegno a Siracusa". "La partita non era semplice per tanti motivi - ha commentato il tecnico Salvatore Garozzo -, uno di questi era la concentrazione, infatti queste sono le partite più insidiose, dove sappiamo l’inferiorità del nostro avversario rischiando di non stare concentrati. Archiviata la partita di Ragusa, continua Garozzo, dovevamo confermare alcuni progressi fatti, e sia sul piano della mischia chiusa che su quello delle touche siamo stati determinati, quello che voglio che dobbiamo ancora migliorare è il nostro gioco dei trequarti oggi un po' evanescente. Ripeto per la mole di gioco che sviluppa la squadra siamo poco cinici. Non ho potuto valutare molto il nostro sistema difensivo perché il possesso oggi lo abbiamo avuto solo noi. Adesso, conclude il tecnico, penseremo solo alla partita a Siracusa che reputiamo una trasferta insidiosa, tenendo sempre presente il nostro obiettivo".

“Insegniamo alle donne a non diventare vittime”: a Caltanissetta Scuola Samurai Dojo un corso di autodifesa personale
News Successiva
Vespa club si tinge di rosa: nel direttivo la consigliera Chiara Costa. Riconfermato Middione come presidente

Ti potrebbero interessare

Commenti

Nulla ferma la Nissa Rugby. Il capitano Palmeri: "Abbiamo dimostrato il nostro valore"

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852