ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Sistema Saguto, giudici in camera di consiglio: per 15 imputati sentenza attesa in serata
Cronaca
visite874

Sistema Saguto, giudici in camera di consiglio: per 15 imputati sentenza attesa in serata

I pm, per l'ex presidente della sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo, hanno chiesto la condanna a 15 anni e 4 mesi di reclusione

Redazione
28 Ottobre 2020 13:08

 Sono entrati in camera di consiglio i giudici del tribunale di Caltanissetta che oggi emetteranno il verdetto nel processo sul cosiddetto sistema Saguto, anni di illeciti nella gestione dei beni sequestrati e confiscati alla mafia con protagonisti, secondo l'accusa, l'ex presidente della sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo, Silvana Saguto, alcuni suoi familiari, amministratori giudiziari, docenti universitari, un colonnello in servizio alla Dia e l'ex prefetto di Palermo Francesca Cannizzo.
    Saguto, che è stata radiata dalla magistratura, è accusata di associazione a delinquere, corruzione, falso e abuso d'ufficio.
    I pm Claudia Pasciuti e Andrea Bonaccorso ne hanno chiesto la condanna a 15 anni e 4 mesi.
    Prima che il tribunale si ritirasse per decidere c'è stata una breve replica dell'avvocato Sergio Monaco, legale ell'avvocato Gaetano Cappellano Seminara, amministratore giudiziario al quale, secondo l'accusa, il magistrato imputato avrebbe dato incarichi milionari in cambio di denaro e favori, come consulenze per il marito Lorenzo Caramma. Cappellano Seminara è accusato di corruzione. Per lui sono stati chiesti 12 anni e 3 mesi, per Caramma 9.
    In tutto gli imputati sono 15. La prima udienza è stata celebrata davanti al tribunale presieduto da Andrea Catalano il 22 gennaio del 2018. Oltre 70 i capi di imputazione.
    L'inchiesta prese avvio a Palermo da accertamenti sulla gestione di una concessionaria di auto sequestrata ai Rappa, imprenditori in odore di mafia, di cui era amministratore giudiziario l'avvocato Walter Virga, figlio di Tommaso Virga, magistrato ed ex componente del Csm. La Procura di Palermo, visto il coinvolgimento di giudici del capoluogo, trasmise, come prevede la legge, gli atti a Caltanissetta dove, al termine di una lunga inchiesta, si ipotizzò l'esistenza di un sistema clientelare di assegnazione degli incarichi di amministratore giudiziario con al centro Silvana Saguto, pronta, secondo i pm, a dispensare nomine a un ristretto numero di persone, tra le quali lo stesso Walter Virga.
    Per la vicenda stati processati separatamente col rito abbreviato il giudice Fabio Licata, per anni nel collegio con la Saguto, condannato in appello a 2 anni e 4 mesi per falso, trasferito da Palermo per incompatibilità ambientale, e Tommaso Virga che è stato assolto dall'accusa di abuso d'ufficio.

Coronavirus, 708 nuovi casi in Sicilia ma è impennata di ricoveri: sfiorati i 25000 contagi in Italia
News Successiva
Coronavirus: a Caltanissetta 15 positivi in più, 3 nuovi ricoverati e 13 guariti
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Sistema Saguto, giudici in camera di consiglio: per 15 imputati sentenza attesa in serata
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta