ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Si fingeva un uomo appartenente alla Stidda per estorcere soldi al datore di lavoro, assolto un gelese
Cronaca
visite572

Si fingeva un uomo appartenente alla Stidda per estorcere soldi al datore di lavoro, assolto un gelese

Sotto processo con l'accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso, è finito Bartolomeo Monachella, 43 anni

Redazione
13 Giugno 2019 10:49

Il tribunale di Massa ha assolto Bartolomeo Monachella, 43 anni, originario di Gela, dall'accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Il sostituto procuratore Federico Manotti aveva chiesto la condanna a 10 anni.Secondo gli inquirenti, Monachella avrebbe chiesto e ottenuto in quasi un anno 11 mila euro dal suo datore di lavoro, titolare di una ditta con sede legale a Gela impegnata in un subappalto alla Nuovo Pignone di Massa, dietro minaccia di ritorsioni da parte della Stidda, l'associazione mafiosa attiva in Sicilia.

L'esplosione al mercatino di Gela: Tiziana Nicastro non ce l'ha fatta, lascia tre figli
News Successiva
Gela, ancora incendi in città: rogo all'Orto Pasqualello. Ad alimentare le fiamme le alte temperature
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Si fingeva un uomo appartenente alla Stidda per estorcere soldi al datore di lavoro, assolto un gelese
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta