ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Semplificazioni fisco, la rivoluzione del 730 precompilato. Novità per imprese e Caf
Attualita
visite675

Semplificazioni fisco, la rivoluzione del 730 precompilato. Novità per imprese e Caf

Un'unica scadenza per tutti, il 7 luglio. Stop ai controlli formali sui cittadini, che saranno invece effettuati su Caf e professionisti se si sceglie...

Redazione
21 Settembre 2014 14:50

Un'unica scadenza per tutti, il 7 luglio. Stop ai controlli formali sui cittadini, che saranno invece effettuati su Caf e professionisti se si sceglie di avvalersi comunque di assistenza fiscale. Nuove misure per le imprese. Sono alcuni dei 'ritocchi' apportati al decreto legislativo sulle semplificazioni fiscali che introduce la "rivoluzione" del 730 precompilato che interesserà, a regime 30 milioni di contribuenti. Le modifiche al testo sono arrivate dal Consiglio dei ministri tenendo conto delle osservazioni fatte dalle commissioni Finanze di Camera e Senato, che avevano espresso i loro pareri prima della pausa estiva. Ora, visto che non tutte le richieste sono state accolte, l'iter prevede un ritorno alle commissioni per un nuovo parere (questa volta il Parlamento avrà dieci giorni di tempo per esprimersi) prima del varo definitivo da parte del governo. I tempi sono stretti perché la sperimentazione partirà già dal prossimo anno (quindi per le dichiarazioni dei redditi relative all'anno in corso) e più volte il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, si è raccomandata che non ci siano ritardi, pena il rischio di far saltare la partenza dell'operazione. Tra le altre novità, sono state precisate alcune norme su Caf e professionisti, che non saranno responsabili di 'visto infedele' se l'errore "sia stato indotto dalla condotta dolosa del contribuente" mentre la razionalizzazione del sistema dei compensi per i sostituti d'imposta, i Caf ed i professionisti abilitati arriverà con un decreto del Mef entro il 30 novembre. Alcune modifiche sono state accolte in favore delle imprese: passa da tre a cinque anni di perdite consecutive il periodo di osservazione delle società che porta poi all'obbligo di presentazione dell'interpello antielusivo da parte delle imprese in perdita sistemica (le presunte società di comodo), mentre è abolita la responsabilità solidale fiscale negli appalti, così "nel rapporto con il fisco - sottolinea il ministro Maurizio Lupi - ognuno è responsabile di ciò che paga o non paga". Accanto alla cancellazione di questa norma arrivano però alcuni strumenti per rendere più efficaci i controlli da parte dell'Agenzia delle Entrate: da un lato l'Inps dovrà inviare dei report mensili relativi ad aziende e posizioni contributive dei dipendenti, per consentire il riscontro della correttezza degli obblighi da parte dei datori di lavoro. Dall'altro c'è anche una stretta 'anti-evasione' per le società che si cancellano dal Registro delle Imprese, che saranno considerate 'estinte' a fini fiscali dopo cinque anni dalla richiesta di cancellazione. Dal 2015 parte la sperimentazione del nuovo 730 'precompilato' che riguarderà in prima battuta 20 milioni di contribuenti, in particolare lavoratori dipendenti, pensionati e una buona parte dei lavoratori titolari di redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente, che, in caso di accettazione senza modifiche, dovranno solo preoccuparsi di verificare l'esattezza e la completezza dei dati. Ecco in sintesi come funzionerà il nuovo sistema di dichiarazione dei redditi, con le novità introdotte dal Cdm. L'Agenzia delle Entrate utilizzerà i dati dell'Anagrafe tributaria (come la dichiarazione dell'anno precedente e i versamenti effettuati), quelli trasmessi da parte di soggetti terzi (ad esempio banche, assicurazioni ed enti previdenziali) e quelli contenuti nelle certificazioni dei sostituti d'imposta (redditi di lavoro dipendente e assimilati o compensi per attività occasionali di lavoro autonomo). Dal 2016, grazie al sistema 'Tessera sanitaria', la dichiarazione conterrà anche i dati relativi alle spese mediche, di assistenza specifica e delle spese sanitarie che danno diritto a deduzioni dal reddito o detrazioni d'imposta. Entro il 15 aprile di ciascun anno l'Agenzia delle Entrate metterà a disposizione online la dichiarazione precompilata, che potrà essere accettata così com'è oppure modificata, rettificando i dati comunicati dall'Agenzia e/o inserendo ulteriori informazioni. Il cittadino può farlo da solo oppure delegare Caf, sostituti di imposta e professionisti. In ogni caso la dichiarazione va presentata entro il 7 luglio, se ci si avvale di assistenza fiscale sempre entro il 7 luglio Caf professionisti o sostituti d'imposta devono consegnare al contribuente la dichiarazione elaborata, prima di inviarla all'Agenzia delle Entrate. Si potrà comunque continuare a presentare la dichiarazione dei redditi nel modo 'tradizionale'. In caso di accettazione senza modifiche, i dati relativi agli oneri indicati nella dichiarazione forniti dai soggetti terzi (banche, assicurazioni, ecc) non saranno sottoposti al controllo formale. Se ci si avvale di assistenza fiscale i controlli formali saranno effettuati, senza più rivolgersi ai cittadini, su Caf o professionisti, che riceveranno anche le eventuali richieste di pagamento di imposta, sanzioni e interessi nella misura attualmente prevista per i contribuenti, salvo che il visto infedele sia stato indotto dalla condotta dolosa del contribuente. Se si rettifica la dichiarazione entro il 10 novembre, imposta e interessi restano a carico del contribuente. In questa ipotesi il Caf o il professionista possono versare la sanzione entro il 10 novembre, avvalendosi così della riduzione a 1/8.

Pagliacci assassini, mummie e morti viventi. Sbarca a Palermo il Circo de Los Horrores
News Successiva
"Nei secoli fedele". L'appuntato Calogero Di Dio e Teresa Puccio si giurano amore eterno
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Semplificazioni fisco, la rivoluzione del 730 precompilato. Novità per imprese e Caf
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta