ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Scandalo all'Università di Catania, 60 indagati. Totò Giunta: "La formazione deve tornare ad essere credibile"
Politica
visite1194

Scandalo all'Università di Catania, 60 indagati. Totò Giunta: "La formazione deve tornare ad essere credibile"

Nota a firma di Salvatore Giunta, coordinatore cittadino di Italia in Comune, che di seguito pubblichiamo

Redazione
03 Luglio 2019 09:14

Sessantasei indagati di cui 60 solo a Catania, capi di accusa che vanno dall'associazione a delinquere alla turbativa di concorso pubblico, una vera ecatombe della cultura siciliana e oltre; qualcosa che tutti sapevano e tutti accettavano, quasi fosse una cosa normale truccare i concorsi, fare andare avanti solo i raccomandati, i propri figli e i figli di parenti e amici. È un fatto gravissimo perché si dà per scontato e si favorisce un sistema bacato in cui la preparazione, il merito e il valore passano inosservati, mentre si considera solo la raccomandazione ed il nepotismo. 
È la negazione della cultura, del merito e del valore, un'esaltazione dell'ingiustizia e della prevaricazione. 
Giovani capacissimi, ricercatori e scienziati eccellenti, non trovando spazi professionali in patria ne nell'impresa, ne nell'università, mortificati, vanno all'estero e offrono le proprie competenze altrove, impoverendo oltremodo il nostro patrimonio scientifico e culturale. 
Tutto questo non è più possibile e in alcun modo giustificabile: occorre una riforma sostanziale dell'università italiana e siciliana in particolare. Un cambiamento radicale che abbiamo più volte sostenuto. 
Proponiamo pertanto quella che abbiamo chiamato "Università del Mediterraneo", un'unica università siciliana nella quale Palermo, Catania, Messina ed Enna siano sezioni distaccate e specializzate, e soprattutto rappresentino un punto di riferimento, di formazione e di specializzazione di alto livello per i paesi rivieraschi e per i paesi in crescita dell'Africa Mediterranea e sub-Sahariana, sul modello di quanto già da un decennio sta facendo l'Università di Padova e altri atenei italiani. 
Ci possono obiettare che la nostra visione è troppo futuristica ma non è così, anzi siamo molto in ritardo e sarà difficile, dopo l'ultimo scandalo, poter risalire la china e offrire ai giovani una formazione ancora credibile e di qualità. 

Strade. Cancelleri: "Nomina commissario è vittoria del M5S per risolvere disagi viabilità provinciale"
News Successiva
Caltanissetta, Oscar Aiello: “Attivare Ufficio Stampa e Diretta Facebook del Consiglio Comunale”.
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Scandalo all'Università di Catania, 60 indagati. Totò Giunta: "La formazione deve tornare ad essere credibile"

Palmeri Giancarlo

La baronia universitaria è sempre stata una piaga per la nostra crescita personale e collettiva. Invertire la rotta con la meritocrazia e' indispensabile. La proposta del dott. Giunta di Italia in comune è allettante, ma le quattro università  siciliane cederanno parte del loro potere e delle loro poltrone per il bene comune? Questa è la sfida che se recepita potrebbe invertire il nostro inesorabile declino culturale ed economico

Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta