ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
"E' Natale dottoressa, ingrasserò?" I consigli della nutrizionista
Salute
visite94

"E' Natale dottoressa, ingrasserò?" I consigli della nutrizionista

A cura della nutrizionista nissena Alessandra Cucchiara Il mese di dicembre è un momento dell’anno in cui è difficile resistere alla tentazione di as...

Redazione
24 Dicembre 2015 08:00

A cura della nutrizionista nissena Alessandra Cucchiara Il mese di dicembre è un momento dell’anno in cui è difficile resistere alla tentazione di assaggiare i piatti della nostra tradizione. Possiamo sfuggire agli assaggi tra le bancarelle che allietano le domeniche della nostra città o rinunciare ad una fetta di panettone a casa di un’amica, ma non possiamo sfuggire al giorno di Natale e al cenone di Capodanno! Ma un vecchio popolare dice: “Si ingrassa da Capodanno a Natale, e non da Natale a Capodanno”! Durante il mese di dicembre il nostro peso potrà aumentare in modo transitorio, a meno che non ci abbuffiamo per trenta giorni consecutivi, lì il discorso cambia. Di seguito alcuni buoni consigli per passare indenni le feste senza tuttavia fare troppe rinunce: - Se quest’anno tocca a noi invitare per le feste, non dimenticate di fare una lista della spesa evitando di comprare quantità eccessive di ingredienti, siamo infatti sempre più propensi ad acquistare quantità non adeguate ai vari piatti destinati agli invitati. Oltre a risparmiare sul conto totale della spesa, eviteremo di avere il frigorifero nei giorni seguenti pieno di avanzi, o peggio ancora, di buttare via scarti di cibo; - Se riceviamo qualche invito “extra” dalle feste non andiamo mai a digiuno pensando così di poterci permettere di mangiare di più, perché l’appetito sarà maggiore. Quindi mai saltare il pranzo o lo spuntino, semmai ridurre le porzioni del pranzo, consumando soprattutto alimenti di origine vegetale; - Perché mettere in tavola i soliti grissini, pane e focaccine varie? Prepariamo invece dei cestini di verdura cruda in pinzimonio con cui stuzzicare l’appetito, che hanno un basso apporto calorico ed un alto potere saziante; - Per tradizione a fine pasto viene servita la frutta secca a guscio (mandorle, noci, arachidi, nocciole). Cerchiamo di prendere sin dall’inizio la frutta secca che abbiamo intenzione di mangiare, senza dover “spiluccare” di volta in volta, e associare magari un frutto, in modo da aumentare la nostra sazietà; - Arriva poi il momento del dolce, o meglio dei tanti dolci preparati durante queste feste: cerchiamo di scegliere dolci secchi, senza creme o panna in evidenza (come pandoro e panettone farciti) che andrebbero ad aggiungere altri grassi ad un pasto che di certo non è stato light. Se avete del tempo a disposizione preparate voi un ben dolce evitando le farine raffinate e in sostituzione dello zucchero utilizzate magari della frutta fresca o disidratata (come uvetta, datteri); - Durante i pasti assumiamo prevalentemente acqua naturale che non apporta calorie. Spesso ci si preoccupa di quello che si mangia, ma non di quello che si beve. Potremmo rischiare di aver bevuto due o tre bicchieri di bevande gassate senza nemmeno esserci resi conto di aver ingerito l’equivalente di ben 10-12 cucchiaini di zucchero. Anche i superalcolici e gli alcolici contribuiscono a far lievitare le calorie. Tuttavia, a nessuno è vietato un brindisi di fine anno, ma senza esagerare. Avete letto una serie di consigli su come regolarsi durante queste feste, ma non è il cibo ciò che deve unirci in questi giorni, ma la voglia di stare insieme, condividere la gioia del Natale insieme ai nostri cari, e brindare al nuovo anno, che possa regalarci sempre tante emozioni, gioie e soddisfazioni. Non mi resta altro che augurarvi un Buon Natale e un Felice anno nuovo. Per approfondire:

Labirintite. La Croce Rossa illustra cause e pericoli di questo disturbo
News Successiva
Autismo. Cefpas e Asp di Caltanissetta chiedono all'Ars maggiore prevenzione

Ti potrebbero interessare

Commenti

"E' Natale dottoressa, ingrasserò?" I consigli della nutrizionista

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
Adriano Rabiolo Fisioterapista Caltanissetta