ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Disturbi dell'apprendimento, lo screening dell'Aid Caltanissetta pubblicato sulla rivista scientifica nazionale
Salute
visite344

Disturbi dell'apprendimento, lo screening dell'Aid Caltanissetta pubblicato sulla rivista scientifica nazionale

Il dottor Marco Leonardi Nel mese il protocollo di screening attuato nelle scuole della provincia di Caltanissetta da quattro anni consecutivi, in c...

Redazione
19 Ottobre 2015 16:51

Disturbi dell'apprendimento, lo screening dell'Aid Caltanissetta pubblicato sulla rivista scientifica nazionale Il dottor Marco Leonardi Nel mese il protocollo di screening attuato nelle scuole della provincia di Caltanissetta da quattro anni consecutivi, in collaborazione con l’Associazione Italiana Dislessia sezione di CL, è stato validato dalla comunità scientifica diventando una pubblicazione nella rivista nazionale di settore “DISLESSIA” con il titolo: UN ESPERIENZA D’INDIVIDUAZIONE DI ALUNNI A RISCHIO DSA DEL PRIMO E SECONDO CICLO DELL’ISTRUZIONE SCOLASTICA, del Dott M. M. Leonardi, “Centro Neuropsicologia & DSA” di Caltanissetta e Catania; dott.ri S. Buono, F.D. Di Blasi dell’ IRCCS, Associazione «Oasi Maria SS», Troina (EN); prof. S. F. Di Nuovo, Professore ordinario presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Catania. La pubblicazione in questo settore, rappresenta la principale forma di comunicazione ufficiale della comunità scientifica, tramite la quale i singoli ricercatori o i gruppi di ricerca rendono pubblici i metodi ed i risultati dei propri lavori scientifici. Le pubblicazioni di questi gruppi editoriali, in generale, sono regolamentate da procedure di accettazione e di valutazione dei lavori presentati; tali procedure sono mirate a stabilire quali lavori scientifici posseggano i requisiti necessari per essere pubblicati. I lavori scientifici che superano tali procedure vengono pubblicati, divenendo così nuovi tasselli della conoscenza. La presente procedura di Screening, è stata progettata mettendo insieme diverse prove oggettive di valutazione delle capacità di letto-scrittura e calcolo (prove standardizzate), molto semplici e veloci da somministrare e nel mese di luglio del 2011 è stata proposta dal dottore Leonardi, al Comitato Tecnico Scientifico nazionale dell’Associazione Italiana Dislessia, quando era ancora previsto dallo statuto. L’articolo pubblicato sulla rivista “Dislessia” ha descritto i dati emersi dal primo anno di attività di screening effettuato in 23 istituti scolastici del territorio del nisseno, con un campione composto da 1.855 alunni. Gli istituti che hanno aderito sono: scuole primarie ricadenti nei comuni di Gela (3° Circolo, 4° Circolo, 6° Circolo, IC «Verga»), Mussomeli (IC «Giudici»), San Cataldo (1° Circolo), Sommatino (IC «N. Di Maria»), Delia (IC Delia) e Niscemi (2° e 3° Circolo); le scuole Secondarie di primo grado presenti nei comuni di Caltanissetta (IC «Pietro Leone»), Gela («P.E. Giudici», «E. Romagnoli», «E. Mattei»), Mussomeli (IC «Giudici», IC «L. Da Vinci»), San Cataldo («G. Carducci»), Sommatino (IC «N. Di Maria»), Delia (IC Delia) e Villaggio S. Barbara (IC «Vittorio Veneto»); le scuole secondarie di secondo grado ricadenti nei comuni di Caltanissetta (IISS «L. Russo»; IISS «A. Manzoni»; ITGC «M. Rapisardi»), Mussomeli (IISS «Virgilio»), Gela (IISS «Eschilo», IPSIA «E. Fermi»). Attraverso un’indagine a distanza di un anno (indagine longitudinale) sui casi segnalati, si sono rilevate parecchie informazioni inerenti, sia l’efficacia dello screening stesso (e cioè quanti degli alunni segnalati sono stati confermati DSA dagli ambulatori pubblici o privati), sia la resistenza dei genitori nel far effettuare al proprio figlio l’iter diagnostico. Un dato molto preoccupante è emerso dall’esposizione all’insuccesso scolastico degli alunni segnalati come a rischio DSA, i cui genitori non hanno fatto effettuare al proprio figlio l’iter diagnostico. Al fine di prevenire la dispersione scolastica, si reputa che tale dato possa essere considerato di rilevante importanza. Tramite l’attuazione di questa procedura di rilevazione direttamente nelle scuole, è stato possibile effettuare una fotografia dei dati epidemiologici della provincia di Caltanissetta, dei disturbi evolutivi sottostanti alle abilità di letto scrittura e calcolo (pari al 6.73% distribuiti in diversa misura nei diversi ordini scolastici). Attualmente lo screening è stato svolto nelle scuole da quattro anni consecutivi raggiungendo una popolazione sottoposta al protocollo di 4294 alunni. In occasione del Salus Festival, Giovedì 22 Ottobre dalle ore 11:00 alle ore 13:00, presso il Consorzio Universitario (Corso Vittorio Emanuele II, 92), l’Associazioni Italiana Dislessia (AID), ha organizzato un convegno "Disturbi specifici Dell'Apprendimento: Inquadramento nosografico ed indicatori precoci" il cui programma prevede: “introduzione” del Dott. Alfredo Fiaccabrino, presidente dell’ Ass Italiana Dislessia (AID) sez di CL ; Dott. Serafino Buono Responsabile della UOC di Psicologia dell’ I.R.C.S.S. Oasi Maria Santissima di Troina, “DSA: valutazione clinica e aspetti prognostici”; Dott. Marco M. Leonardi coordinatore del progetto screening AID sez di CL, “Dati epidemiologici e possibili interventi nelle scuole”. Attualmente, visti i risultati e le ricadute in ambito scolastico, molte scuole continuano a richiedere all’AID, la collaborazione per attuare lo screening nel proprio istituto.

Croce Rossa. Diagnosi e prevenzione della mononucleosi
News Successiva
Sinergia tra i medici a un convegno Aigo: quando e perché è utile un'ecografia di qualità in gastroenterologia?

Ti potrebbero interessare

Commenti

Disturbi dell'apprendimento, lo screening dell'Aid Caltanissetta pubblicato sulla rivista scientifica nazionale

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852