ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Abbronzatura perfetta? Il decalogo della Croce Rossa
Salute
visite395

Abbronzatura perfetta? Il decalogo della Croce Rossa

ll centro di formazione della Croce Rossa di Caltanissetta detta un decalogo per spiegare come avere un'abbronzatura invidiabile senza subire i danni ...

Redazione
24 Luglio 2015 08:11

ll centro di formazione della Croce Rossa di Caltanissetta detta un decalogo per spiegare come avere un'abbronzatura invidiabile senza subire i danni dal sole; E' fondamentale seguire delle piccole ma importanti regole onde evitare di ricorrere a cure mediche. La prevenzione è sempre primaria in tutti i casi. 1) Usare sempre un prodotto con un adeguato filtro solare. Adeguato al proprio fototipo e alle condizioni in cui ci si trova. Perchè una cosa è una passeggiata in città e un'altra è una giornata intera in barca. 2) Servono dalle 48 alle 72 ore prima che la melanina inizi a formarsi. Pertanto durante questo periodo l'esposizione al Sole e' particolarmente pericolosa per l'elevato rischio di scottature ed eritemi. Occorre utilizzare solo creme con fattore di protezione elevato. 3) Esporsi in modo graduale: nei primi giorni di vacanza al mare è opportuno abituare progressivamente la pelle al Sole. L'abbronzatura superficiale dei primi giorni e' dovuta alla riserva di melanina già disponibile ed e' destinata a sparire rapidamente e solo dopo circa una settimana comincia a formarsi un'abbronzatura duratura. 4) Evitare le ore più calde. Non esporsi direttamente ai raggi solari nel periodo compreso tra le 12.00 e le 16.00, perché è in questa fascia oraria che si verifica il 50% delle emissioni totali di UVB. Preferire la mattina, fino alle 11 e il tardo pomeriggio. Se si è impossibilitati a farlo, indossare indumenti e applicare prodotti solari sulle aree corporee scoperte. 5) Evitare di rimanere sempre nella stessa posizione ma modificare la postura o stare in movimento: in questo modo le radiazioni solari si distribuiscono omogeneamente su tutto il corpo. 6) Evitare il surriscaldamento della cute durante l'esposizione al Sole per allontare gli effetti spiacevoli degli infrarossi. Bene quindi a docce, bagni o a spruzzi d'acqua. Attenzione però all'effetto-lente delle goccioline di acqua sul corpo che puo' favorire le scottature e la disidratazione. E ricordarsi di applicare nuovamente la crema protettiva. 7) Il filtro solare deve essere applicato almeno mezz'ora prima di esporsi al Sole per consentire una migliore efficacia del prodotto e l'applicazione va rinnovata nel corso della giornata. Infatti, la sudorazione, lo sfregamento con i teli da spiaggia, i bagni e le docce frequenti o una disomogenea applicazione, riducono la capacità protettiva del prodotto. Ogni due ore e dopo il bagno o la doccia va riapplicata la protezione. 8) Non lasciarsi ingannare da un cielo nuvoloso. I raggi UV passano anche attraverso le nuvole, quindi usare comunque la protezione. 9) Occhio all'alimentazione, alimenti ricchi di vitamine sono in grado di fornire alla pelle la giusta idratazione: la vitamina C (che si trova in abbondanza in peperoni, agrumi e kiwi), la E (uova e broccoli) e la A - betacarotene (vegetali a polpa rossa o gialla). 10) Usare il doposole perchè non solo prolunga la sensazione di benessere dopo l'esposizione solare ma può essere di grande aiuto per la pelle. Per approfondire: Prevenzione e primo soccorso: i suggerimenti del Centro Formazione della Croce Rossa di Caltanissetta

L’epistassi in estate. Croce Rossa: “cosa fare quando dal naso esce il sangue?”
News Successiva
Dal singhiozzo al ditino da succhiare. Le esperte: “Le meraviglie del sesto mese di gravidanza”

Ti potrebbero interessare

Commenti

Abbronzatura perfetta? Il decalogo della Croce Rossa

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852