ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Raid in procura, dubbi anche sull'ufficio del Pm Luciani: qualcuno si è intrufolato?
Cronaca
visite1316

Raid in procura, dubbi anche sull'ufficio del Pm Luciani: qualcuno si è intrufolato?

E' pure saltata fuori una teoria secondo cui il raid nell’ufficio dell’aggiunto Sava possa essere stato una sorta di diversivo per nascondere il «passaggio» nell’ufficio del magistrato romano

Redazione
20 Aprile 2017 09:44

Vi è il sospetto, serio e fondato, che anche l’ufficio del sostituto della Dda nissena, Stefano Luciani, sia stato violato. Aspetto, questo, che se le indagini dovessero confermare renderebbe lo scenario ancor più inquietante.Facendo il paio con il raid effettuato durante le festività pasquali nell’ufficio del procuratore aggiunto di Caltanissetta, Lia Sava. Dove tra venerdì e lunedì scorsi è stato acceso il personal computer – e le indagini stanno adesso accertando se dalla memoria sia stato rubato materiale informatico, file su inchieste in particolare – mentre un paio di piante sono state gettate per terra.
Ora anche nell’ufficio del pm Luciani, titolare come l’«aggiunto» Sava di delicatissime indagini sulle stragi di mafia del ’92 e altre scottanti inchieste, vi è il dubbio che qualcuno si sia intrufolato. Sempre nello stesso lungo ponte pasquale. Ed è pure saltata fuori una teoria secondo cui il raid nell’ufficio dell’aggiunto Sava possa essere stato una sorta di diversivo per nascondere il «passaggio» nell’ufficio del magistrato romano che attualmente sta rappresentando l’accusa al processo «Borsellino quater». (Vincenzo Falci, Gds.it)

Pensionato nisseno smarrisce il bancomat e gli rubano 1.750 euro
News Successiva
Caltanissetta, disabile multato sulle strisce blu: "Il Comune penalizza gli invalidi"

Ti potrebbero interessare

Commenti

Raid in procura, dubbi anche sull'ufficio del Pm Luciani: qualcuno si è intrufolato?

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852