ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Processo Saguto, la difesa chiede l'assoluzione per l'ex prefetto Francesca Cannizzo
Cronaca
visite1450

Processo Saguto, la difesa chiede l'assoluzione per l'ex prefetto Francesca Cannizzo

Secondo l'accusa Francesca Cannizzo avrebbe fatto pressioni per sistemare il nipote dell'ex collega Scamacca

Rita Cinardi
03 Giugno 2020 15:39

Chiesta dalla difesa l'assoluzione per l'ex prefetto di Palermo Francesca Cannizzo, imputata nel processo sul cosiddetto "Sistema Saguto" insieme ad altri 15 coinvolti a vario titolo nell'inchiesta riguardante l'ex presidente della sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo Silvana Saguto. Un sistema, secondo l'accusa, basato sul continuo scambio di favori e gestione privatistica dei beni sequestrati alla mafia. Nel corso dell'udienza di oggi, del processo che si celebra a Caltanissetta e che è ormai alle battute finali, gli avvocati Giuseppe Dacquì e Carmelo Peluso, in difesa dell'ex prefetto Cannizzo hanno sostenuto l'insussistenza dell'accusa di concussione in concorso con Silvana Saguto, in relazione all'assunzione di Richard Scamacca, nipote dell'ex prefetto di Messina Stefano Scamacca, nell'ambito dell'amministrazione giudiziaria retta da Alessandro Scimeca. Secondo l'accusa infatti Francesca Cannizzo avrebbe fatto pressioni per sistemare il nipote dell'ex collega. I difensori hanno evidenziato, facendo leva sulle intercettazioni e sulle dichiarazioni di Alessandro Scimeca che la promessa dell'assunzione non fu mai fatta. "Gli stretti rapporti familiari ed intimi tra la Saguto e Scimeca - hanno sottolineato gli avvocati Dacquì e Peluso - non consentono di ipotizzare che l'ex magistrato avrebbe potuto costringerlo con violenza o minaccia a promettergli l'assunzione di Richiard Scammacca. Tra Scimeca e la Saguto vi erano rapporti molto stretti , tali da non far pensare a una condizione di soggezione dello Scimeca. Quest'ultimo era "di casa" tanto da partecipare a festa di compleanno, si scambiavano regali , auguri di onomastico e partecipazioni a nozze". Un "miles gloriosus", ossia un soggetto millantatore, così Silvana Saguto è stata definita dall'avvocato Giuseppe Dacquì in relazione all'intercettazione relativa alla comunicazione della Saguto alla Cannizzo che "era tutto a posto". Per l'ex prefetto Cannizzo i pm Maurizio Bonaccorso e Claudia Pasciuti hanno chiesto 6 anni. 

Musumeci e Bertolaso lanciano il progetto Sicilia Sicura: ci sarà una nuova app
News Successiva
Riduzione in schiavitù, violenza sessuale e pedopornografia: arrestato il capo di una setta
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Processo Saguto, la difesa chiede l'assoluzione per l'ex prefetto Francesca Cannizzo
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta