ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Musumeci: "Chiesti 362 aspiratori elettrici e ce ne hanno consegnati zero. Rischiamo di combattere la guerra con le fionde"
Politica
visite11908

Musumeci: "Chiesti 362 aspiratori elettrici e ce ne hanno consegnati zero. Rischiamo di combattere la guerra con le fionde"

In Sicilia è previsto un picco di 7 mila contagiati. Lo ha detto oggi il presidente della Regione, intervenendo questo pomeriggio su Canale 5 alla trasmissione Pomeriggio Cinque di Barbara D'Urso.

Redazione
26 Marzo 2020 20:05

«Se Roma non ci ascolta corriamo il rischio di combattere una guerra con le fionde. Abbiamo chiesto 362 aspiratori elettrici e ce ne hanno consegnati zero. Cinquecentomila kit diagnostici, consegnati zero. Ventilatori elettrici, richiesti 416 e consegnati zero. Mascherine ffp2 e ffp3 richieste 5,2 milioni, consegnate 41.560. Mascherine chirurgiche richieste 13 milioni, consegnate 170mila. Guanti sterili richiesti 53milioni, consegnati 82mila».

Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, intervenendo questo pomeriggio su Canale 5 alla trasmissione Pomeriggio Cinque di Barbara D'Urso.

«Noi possiamo emettere tutte le ordinanze che vogliamo e il governo puoi emettere tutti i decreti che vuole - ha aggiunto il governatore - ma se non c'è la sufficiente forza per fare i controlli, con le sanzioni conseguenti per chi non rispetta le norme, non abbiamo fatto niente. La Sicilia ha bisogno di avere i militari in gran numero. Io ho chiesto l'intervento dell'Esercito e mi hanno dato purtroppo solo qualche centinaio di uomini, ma non bastano perché serve una mobilitazione generale. Finora noi ci siamo salvati dalla grande ondata, anche se deve ancora arrivare».

«Noi abbiamo immaginato un picco di 7mila contagiati - ha proseguito Musumeci - quindi il massimo che si possa immaginare in una condizione di dilagante epidemia con 2.800 posti letto per gli ospedalizzati, cioè positivi che non avranno bisogno di andare in terapia intensiva, e con 600 posti di rianimazione (oggi ne abbiamo ricoverati 68). Ma qualunque sforzo previsionale di programmazione per un Piano di contrasto publico e privato già attivato è vano se combattiamo una guerra con le fionde. Io continuo a chiedere materiale per poter attrezzare i nostri ospedali aperti e quelli da aprire, ma da Roma non rispondono. Se lo Stato non è presente in periferia anche attraverso queste iniziative la gente perde la fiducia».

Caltanissetta, il sindaco chiede aiuto a Conte: "Sospendere le utenze e concedere un assegno di solidarietà"
News Successiva
Carcere fino a 5 anni per chi viola la quarantena: ecco le sanzioni previste dal nuovo decreto
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Musumeci: "Chiesti 362 aspiratori elettrici e ce ne hanno consegnati zero. Rischiamo di combattere la guerra con le fionde"

Calogero

Sono orgoglioso di un presidente come lei che si batte per la sua terra al contrario di persone che dovrebbero dare esempio invece denunciano i sindaci che fanno il loro compito al contrario di loro che stanno seduti a dettare leggi,e magsri li dettassero bene.

Calogero

Egregio presidente ma secondo lei a roma pensano a noi siciliani penso proprio di no, nn lanno mai fatto anno sempre fatto promesse ma mai fatti

Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta