ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Multe fino a 4 mila euro per chi viola le norme anticontagio. Previsto anche lo stop di 30 giorni di attività e la confisca del mezzo
Cronaca
visite2957

Multe fino a 4 mila euro per chi viola le norme anticontagio. Previsto anche lo stop di 30 giorni di attività e la confisca del mezzo

Lo prevede la bozza del decreto legge, ancora in fase di messa a punto, che sarà oggi all'esame del Consiglio dei Ministri

Redazione
24 Marzo 2020 16:46

Chi non rispetta le misure di contenimento contro il Coronavirus, "è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 500 a euro 4.000". Lo prevede la bozza del dl decreto, ancora in fase di messa a punto, che sarà oggi all'esame del Cdm. A quanto si apprende, nel governo c'è chi ritiene sia opportuno abbassare a 2000 euro la sanzione massima. E' prevista inoltre la "chiusura dell'esercizio o dell'attività da 5 a 30 giorni" se si violano gli obblighi previsti per le attività commerciali.Le Regioni possono adottare o sospendere le misure anti contagio sul loro territorio - sempre secondo la bozza -: entro 24 ore le devono comunicare al presidente del Consiglio e perdono efficacia dopo 7 giorni. Il nuovo decreto mira a regolare i rapporti tra governo ed enti locali nella gestione delle ordinanze anti-Coronavirus. Anche i sindaci possono adottare o sospendere le misure restrittive per 7 giorni previa comunicazione alla Regione. I sindaci non possono adottare ordinanze in contrasto con le misure statali.
Il provvedimento, spiegano più fonti di governo, serve a uniformare il quadro normativo delle disposizioni finora adottate per frenare l'emergenza, aggiornando e sostituendo il primo decreto di fine febbraio, varato per istituire le prime zone rosse. Nel provvedimento, che nell'attuale bozza ancora suscettibile di modifiche sarebbe composto da 5 articoli, viene espressamente previsto che i decreti del presidente del Consiglio siano inviati alle Camere.
Sono 28 gli ambiti entro i quali potranno essere stabilite restrizioni per combattere l'epidemia del Coronavirus, che andranno attuate comunque "secondo criteri di adeguatezza specifica e principi di proporzionalità al rischio effettivamente presente su specifiche parti ovvero sull'intero territorio nazionale". Sempre secondo la bozza il decreto riordinerebbe le misure messe in campo finora attraverso i vari dpcm e che assorbe, abrogandolo, anche il primo decreto legge che aveva dato la possibilità di istituire le zone rosse all'inizio dell'emergenza. Tra le voci compaiono la possibilità di chiudere negozi, bar ristoranti, le attività produttive, gli uffici della P.a. mandando i lavoratori in smart working. Ci sono poi le limitazioni ai movimenti, sia dall'abitazione per chi è in quarantena (divieto assoluto) sia dai Comuni di residenza o anche, come fatto di recente da alcuni governatori e nel weekend dal governo, dai territori regionali o comunali. Si possono chiudere strade e parchi, oltre che scuole, teatri, cinema, musei, chiese, palestre e parchi.

In un solo giorno denunciate 10mila persone: una circolare precisa quali spostamenti sono ammessi
News Successiva
Coronavirus, in Sicilia mille posti letto per pazienti in quarantena negli alberghi delle 9 province
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Multe fino a 4 mila euro per chi viola le norme anticontagio. Previsto anche lo stop di 30 giorni di attività e la confisca del mezzo
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta