ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Matteo Renzi a Palermo: "Riformare lo Stato, troppi parlamentari. Sbagliato sottovalutare Berlusconi"
Politica
visite622

Matteo Renzi a Palermo: "Riformare lo Stato, troppi parlamentari. Sbagliato sottovalutare Berlusconi"

I partecipanti alla convention con Renzi a Palermo Matteo Renzi sceglie di ripartire da Palermo con la campagna elettorale per le primarie dell'8 di...

Redazione
01 Dicembre 2013 11:23

Matteo Renzi a Palermo: "Riformare lo Stato, troppi parlamentari. Sbagliato sottovalutare Berlusconi" I partecipanti alla convention con Renzi a Palermo Matteo Renzi sceglie di ripartire da Palermo con la campagna elettorale per le primarie dell'8 dicembre. Il sindaco di Firenze non le ha mandate a dire alla convention del Pd al cinema Rouge et Noire. "Ci sono tre possibilità: andare in piazza a insultare per il Vaffa Day assieme a un partito politico importante che ha 160 parlamentari, che costano 4 mln di euro al mese e che vogliono mandare tutti in quel posto. O un ritorno al passato votando il centrodestra che ha fallito, oppure provare a cambiare il Paese. Ieri al dibattito in tv i tre candidati del Pd hanno cercato di fare cose belle, senza offenderci, senza insultarci ma facendo proposte". "Occhio a sottovalutare Berlusconi, è come i gatti: ha sette vite. Berlusconi non ha saputo governare in questi ultimi 20 anni - ha aggiunto - però è bravissimo a fare opposizione e a fare la campagna elettorale. A chi in passato ha votato Berlusconi ed è ora deluso, che gli diciamo vai via, non ti vogliamo? No, siccome sono italiani come noi, gli dobbiamo dire di provare a fare qualcosa insieme". "Abbiamo bisogno di una riforma delle regole del gioco, l'idea che non funziona è che lo Stato non prende le decisioni - ha continuato Renzi -. Ci son privatizzazioni che han funzionato benissimo e altre che sono state squallide. Fuori la politica dalle banche e fuori le banche dalle commistioni con l'editoria per esempio". "Se andasse a votate un milione e mezzo di persone alle primarie sarebbe un risultato superiore a tutti gli altri partiti perché la formula di consultazione che facciamo come Pd è straordinaria anche a livello europeo. Nel mio modello di Pd la prima cosa che faremo è una gigantesca campagna nelle scuole, per ricordarci chi siamo. Dall'8 dicembre - ha detto il sindaco di Firenze - il Pd avrà un nuovo segretario, una nuova lista di riferimento. La prima cosa da fare è ridurre i costi della politica, che ci costa 2,5 miliardi l'anno, un miliardo si potrebbe recuperare abolendo le Province e trasformando il Senato nella Camera delle Autonomie. Abbiamo il doppio dei parlamentari degli Usa, se da mille passiamo a 600 ce ne faremo una ragione". "Poi c'è la legge elettorale da fare sul modello di quella per l'elezione dei sindaci, e l'abolizione di organismi che non servono. Rottamare - ha concluso - significa non solo mandar via chi è da 30 anni lì e abolire organismi che non servono". "Trovo vergognoso che su Lampedusa si sia pianto per una settimana e oggi non se ne parli più. Èvergognoso, ridicolo e inaccettabile. Se vinco le primarie penso all'organizzazione di una grande iniziativa per parlare del Mediterraneo, perché la Primavera è stata tradita e Bengasi ormai sta diventando il quartiere generale di Al Qaida. Coinvolgerò nell'evento anche la Regione siciliana e il comune di Lampedusa".

Angelino Alfano oggi a Palermo presiede una riunione del Comitato per la pubblica sicurezza
News Successiva
Trasferimento di medici dal S. Elia: Vito Margherita denuncia l’assordante silenzio del Sindaco Campisi
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Matteo Renzi a Palermo: "Riformare lo Stato, troppi parlamentari. Sbagliato sottovalutare Berlusconi"
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta