ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
E' lo spritz il drink più leggero ma anche il più bevuto negli aperitivi degli italiani
Attualita
visite204

E' lo spritz il drink più leggero ma anche il più bevuto negli aperitivi degli italiani

Soltanto nel Veneto se ne consumano 300 mila al giorno, più di 200 al minuto. Numeri da capogiro che fanno pensare a tutto meno che a un aperitivo. In...

Redazione
29 Gennaio 2017 16:32

Soltanto nel Veneto se ne consumano 300 mila al giorno, più di 200 al minuto. Numeri da capogiro che fanno pensare a tutto meno che a un aperitivo. Invece sono proprio i numeri dello Spritz, anzi dell’Aperol Spritz, il drink più popolare nel nostro paese. Comunque quello che si beve di più. Google riporta oltre un milione e 800 mila link legati a questa bevanda già di moda negli anni '50, una tradizione tramandata alle generazioni più giovani, visto che oggi l’81 per cento dei consumatori ha tra i 18 e i 44 anni. Con soli 8-9 gradi è uno dei drink più leggeri al mondo grazie alla sua composizione, semplice nonostante, come sempre, esista qualche variazione: a base di vino bianco (o prosecco) con aggiunta di un liquore, (Aperol, Campari o Select) che gli conferisce un colore rosso/arancio e una spruzzata di acqua frizzante o seltz e una fetta d’arancia o limone. Una ricetta che varia a seconda del luogo in cui vi trovate. A Treviso, per esempio, si usa il Prosecco e a scelta Aperol o Campari. A Venezia, invece, il vino fermo e il Select, il liquore secco e amaro nato in Laguna intorno al 1920 (sull’etichetta c’è il ferro di prua tipico della gondola). A Udine si prepara con il Friulano (Tocai), Aperol o Campari mentre a Trieste sono all’antica, e così è ancora in uso lo Spritz austro-ungarico: vino e acqua gassata. La preparazione è identica per tutti: direttamente in un bicchiere old-fashioned contenente del ghiaccio oppure nel ballon per i grandi rossi. Il drink che varia a seconda della città non poteva che avere qualche cambiamento anche nei nomi. Spritz è il più usato e conosciuto ma viene comunemente chiamato anche Spriss, Spriz o Sprisseto. Spritz comunque deriva dal verbo tedesco “spritzen”, che significa spruzzare, in questo caso l’acqua o il seltz nel vino. Secondo altri, invece, il nome della bevanda sarebbe legato a quello di un vino austriaco tipico della regione del Wachau. (Repubblica.it)

Maturità: latino al Classico, Matematica allo Scentifico. La prova di italiano il 21 giugno
News Successiva
Caltanissetta, alla "Rosso di San Secondo" un carrubo in ricordo dei "Giusti tra le nazioni"

Ti potrebbero interessare

Commenti

E' lo spritz il drink più leggero ma anche il più bevuto negli aperitivi degli italiani

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
Adriano Rabiolo Fisioterapista Caltanissetta