ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Lite tra fidanzati a San Cataldo si conclude con tre arresti, gli avvocati impugneranno ordinanza al Tribunale della Libertà
Cronaca
visite4729

Lite tra fidanzati a San Cataldo si conclude con tre arresti, gli avvocati impugneranno ordinanza al Tribunale della Libertà

L'avvocato Giuseppe Dacquì ha messo in evidenza le notevoli difficoltà tecniche dell'udienza svolta da remoto

Rita Cinardi
19 Aprile 2020 12:18

A San Cataldo una lite tra fidanzati alla quale ha preso parte anche il fratello di lui si è conclusa con l'arrivo dei carabinieri e il successivo arresto dei tre. Protagonisti della movimentata del 18 aprile i due fidanzati Vincenzo Scarantino, 32 anni, e Miriam Scarantino 22 anni, e il fratello di lui Alessandro, 31 anni, tutti e tre con precedenti. I tre dalle parole sarebbero passati in breve ai fatti e quando i carabinieri sono arrivati per sedare la lite avrebbero ferito anche loro. I militari intervenuti, infatti, hanno riportato lievi escoriazioni alle mani. Un atteggiamento che è costato ai tre litiganti un arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Dopo l’udienza di convalida ,avvenuta nel pomeriggio di ieri, a Vincenzo Scarantino (difeso dall'avvocato Giuseppe Dacquì) è stata applicata la misura della custodia cautelare in carcere mentre per il fratello Alessandro (difeso dall'avvocato Pietro Pistone) è stato disposto l’obbligo di dimora nel comune di San Cataldo. Infine per Miriam Scarantino (difesa da Angela Bertolino) è stato disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Adesso i legali dei tre giovani impugneranno l’ordinanza al tribunale della libertà. L’udienza del processo per direttissima si è svolta da remoto con notevoli difficoltà tecniche come sottolineato dall'avvocato Giuseppe Dacquì: "Abbiamo applicato il protocollo previsto per le direttissime - spiega Dacquì - ma il processo a distanza è un disastro ,le garanzie processuali, per come sostenuto dall’Unione camere penali, in tale contesto sono difficili da governare. A parte l’impraticabilità del processo a distanza ( nella direttissima erano coinvolti  tre imputati detenuti, tre difensori, carabinieri, polizia Penitenziaria, un pubblico ministero, un giudice , un cancelliere, un trascrittore, quasi tutti da postazioni diverse e con connessione non proprio ottimale) non vi è alcuna garanzia  in tema sicurezza del trattamento dei dati e quindi di riservatezza e protezione richiesti dalla normativa in materia".

Tra i partigiani che combatterono per la Liberazione c'era anche il sancataldese Salvatore Amoribello
News Successiva
San Cataldo. Lite tra fidanzati e il fratello di uno di loro, poi aggrediscono anche i carabinieri: tre arrestati
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Lite tra fidanzati a San Cataldo si conclude con tre arresti, gli avvocati impugneranno ordinanza al Tribunale della Libertà
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta