ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
L’agguato a Gela, arrestato il presunto sicario. Incastrato dalle telecamere di sicurezza
Cronaca
visite885

L’agguato a Gela, arrestato il presunto sicario. Incastrato dalle telecamere di sicurezza

Graziano Gaspare Romano Ha un volto e un nome il presunto sparatore che ieri sera, a Gela, ha fatto fuoco tre volte contro l'albanese Igland Bodinak...

Redazione
15 Luglio 2014 15:25

Graziano Gaspare Romano Ha un volto e un nome il presunto sparatore che ieri sera, a Gela, ha fatto fuoco tre volte contro l'albanese Igland Bodinaku, il 24enne che si trovava agli arresti domiciliari. Nelle scorse ore è arrivata la svolta sull'agguato di via Minardi, con l'arresto di Gaspare Graziano Romano, gelese di 23 anni con precedenti penali. Non è ancora chiaro il movente che ha spinto Romano a sparare contro Bodinaku. I carabinieri del Reparto Territoriale sono giunti sulle sue tracce grazie alle numerose segnalazioni raccolte sul luogo del tentato omicidio e al sistema di video sorveglianza urbano che ha ripreso l'auto a bordo della quale Romano viaggiava. Igland Bodinaku Dalle immagini si vede chiaramente che il Romano, a bordo della Daewoo Matiz di proprietà della madre, imbocca la via Minardi a velocità sostenuta. Tutto si è registrato nel giro di pochi minuti. La vittima, che al momento dell'imboscata era in casa perché sottoposto ad arresti domiciliari e con il braccialetto elettronico, è stato raggiunto da tre proiettili esplosi da una calibro 9X17 che lo hanno colpito, in maniera non grave, al polmone, all'addome ed al gluteo. Bodinaku è ancora ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale Vittorio Emanuele, dove i medici nella serata di ieri lo hanno sottoposto ad intervento chirurgico subito dopo essere arrivato con un'ambulanza al pronto soccorso, poco dopo le 19. Gli investigatori dell'Arma, coordinati dal maggiore Valerio Marra, hanno rintracciato Gaspare Graziano Romano a casa sua dove è stata rinvenuta l'arma, nascosta all'interno di un portabiancheria. Romano ora è in carcere con l'accusa di tentato omicidio. Sullo sfondo sembra esservi un regolamento di conti nella malavita gelese. Le indagini dei carabinieri vanno avanti a ritmo serrato.

“Il macchinista non è indagato”: la smentita del Procuratore di Gela
News Successiva
Raffineria Gela, un dramma dopo l'altro: licenziati 15 operai di azienda dell'indotto
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
L’agguato a Gela, arrestato il presunto sicario. Incastrato dalle telecamere di sicurezza
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta