ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
La crociata degli operai di Gela. Migliaia in piazza per chiedere di salvare i posti di lavoro
Cronaca
visite237

La crociata degli operai di Gela. Migliaia in piazza per chiedere di salvare i posti di lavoro

In migliaia stanno sfilando a Gela per uno sciopero generale indetto dal consiglio comunale per reclamare la riconversione della Raffineria ferma oram...

Redazione
26 Gennaio 2016 11:01

In migliaia stanno sfilando a Gela per uno sciopero generale indetto dal consiglio comunale per reclamare la riconversione della Raffineria ferma oramai da più di un anno e per la salvaguardia di oltre 2 mila posti di lavoro fra diretto e indotto. In piazza tutte le categorie produttive della città. Ci sono gli studenti, diverse donne, gli avvocati che indossano la toga, i sindaci del comprensorio e centinaia di lavoratori del diretto e dell’indotto. Una manifestazione che ha anche incassato il sostegno della chiesa con in testa il vescovo della diocesi di Piazza Armerina, mons. Rosario Gisana. Un corteo è partito dall’ospedale “Vittorio Emanuele”, ha sfilato lungo Corso Salvatore Aldisio, Corso Vittorio Emanuele fino a raggiungere il municipio. Saracinesche abbassate lungo il corso principale mentre continuano ad essere presidiate le principali vie d’accesso alla città. Occhi puntati all’incontro in programma per domani a Roma, al ministero per lo Sviluppo Economico, nel corso del quale si discuterà della “Vertenza Gela”. Saranno presenti il sindaco, Domenico Messinese, e il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, per definire misure straordinarie sull'uso degli ammortizzatori sociali in favore dei lavoratori di Gela.

Vertenza Eni a Gela, si apre spiraglio per i lavoratori: cassa integrazione per l'indotto fino ad aprile
News Successiva
Manifestazione a Gela: l’Ordine degli Ingegneri solidale con i lavoratori del Petrolchimico

Ti potrebbero interessare

Commenti

La crociata degli operai di Gela. Migliaia in piazza per chiedere di salvare i posti di lavoro

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852