ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Gela, gli imprenditori Luca tornano in libertà: dissequestrato anche parte del patrimonio
Cronaca
visite3600

Gela, gli imprenditori Luca tornano in libertà: dissequestrato anche parte del patrimonio

Lo ha disposto il Tribunale del Riesame che ha accolto in parte la tesi difensiva sostenuta dai legali dei tre imprenditori

Redazione
18 Luglio 2019 17:43

Tornano in libertà gli imprenditori gelesi Rocco Luca, il padre Totò e lo zio Francesco Antonio. I tre, accusati di concorso esterno in associazione a delinquere di stampo mafioso e riciclaggio, erano stato arrestati lo scorso primo luglio nell'ambito di un'inchiesta condotta dal Gico di Caltanissetta e dalla Dda nissena. Gli imprenditori, operanti nei settori della vendita di autovetture di lusso ed immobiliare, erano accusati di avere stretto rapporti con il clan Rinzivillo di Gela e con quelli catanesi e di aver investito i proventi illeciti di Cosa nostra. Il Tribunale ha stabilito per i Luca solo il divieto di dimora nelle province di Caltanissetta e Ragusa. Il tribunale del Riesame di Caltanissetta, ha anche proceduto a dissequestrare parte dei beni appartenenti a tre imprenditori. In particolare sono stati dissequestrati quelli acquistati prima del 1995. Dissequestrati anche i beni appartenenti ad altri quattro familiari accusati di riciclaggio e acquistati prima del 2002. Rimangono sotto sequestro sette società e tutti gli altri beni. Fra questi anche parte dell'immobile in cui ha sede il commissariato di Vittoria e per il quale il Comune ha già individuato una sede alternativa. Il sequestro inizialmente ammontava complessivamente a 63 milioni di euro. I legali dei sette indagati, Flavio Sinatra, Alfredo D'Aparo e Tonino Gagliano, hanno smontato in parte l'impianto accusatorio mettendo in dubbio quanto dichiarato dai collaboratori di giustizia che accusavano i Luca di aver avuto rapporti con la mafia ma hanno anche prodotto una consistente documentazione che dimostrerebbe la liceità delle attività economiche facenti capo al noto gruppo imprenditoriale gelese. 

La relazione della Dia: "A Gela giovani e giovanissimi arruolati dalla cosche mafiose"
News Successiva
Picchiata e maltrattata dall'ex compagno e dal suocero, il Tribunale di Gela condanna i due imputati
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Gela, gli imprenditori Luca tornano in libertà: dissequestrato anche parte del patrimonio
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta