ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Gela, provò ad incastrare un insegnante per non restituirgli un prestito da 250mila euro: condannato un broker
Cronaca
visite5033

Gela, provò ad incastrare un insegnante per non restituirgli un prestito da 250mila euro: condannato un broker

Vincenzo Acciaro è stato trascinato in Tribunale dalla vittima, Domenico Timpanelli. L'imputato condannato a quattro anni di reclusione

Redazione
15 Ottobre 2019 15:32

Prova ad incastrare un insegnante per non restituire il denaro ma viene condannato. Sono quattro gli anni di reclusione comminati all'assicuratore gelese, Vincenzo Acciaro, broker finanziario, per il reato di calunnia nei confronti di un insegnante, Domenico Timpanelli, che svolge anche l'attività di operatore turistico e che gli aveva affidato i propri risparmi ammontanti a 250 mila euro, per investirli.La sentenza, emessa dal giudice monocratico, Marica Marino, ha un complesso retroscena imperniato sul presunto tentativo dell'assicuratore di non restituire il capitale al legittimo proprietario. Secondo la denuncia di Timpanelli, Acciaro, con la complicità di Biagio Tribulato, di Lentini, avrebbe messo in piedi una macchinazione tendente a non restituire i soldi alla scadenza e a truffare Timpanelli. 
Prima avrebbe tentato di fare arrestare l'insegnante accusandolo di usura e non riuscendovi, con Tribulato, avrebbe organizzato una detenzione di droga per farlo arrestare. Nella notte tra il 26 e il 27 aprile del 2012, il lentinese (pure lui già condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione per calunnia, con pena confermata in appello) avrebbe nascosto nel passaruote dell'automobile di Timpanelli, parcheggiata sottocasa, nel rione Macchitella, un pacco contenente mezzo chilo di hashish e 5 grammi di cocaina che si sarebbe procurato a Catania.
La guardia di finanza di Gela, informata dallo stesso Tribulato, perquisì l'auto e, trovata la droga, arrestò Timpanelli. Un arresto provvidenziale perchè bloccava la restituzione dei soldi dell'investimento. L'insegnante gelese fu scarcerato qualche giorno dopo e fu assolto con formula piena dal gip del tribunale di Gela che lo giudicò "vittima di una macchinazione" ma senza tornare in possesso dei suoi 250 mila euro.

Droga, furti e ricettazione, operazione "Cave Canem": a Gela quattro arrestati dalla polizia
News Successiva
Gela, danneggiato un campo di calcio inaugurato un mese fa a Settefarine. Giudice: "Non possiamo arrenderci"
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Gela, provò ad incastrare un insegnante per non restituirgli un prestito da 250mila euro: condannato un broker
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta