ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Gela, chiesa chiusa perchè pericolante. Il Vescovo: "Decisione presa a malincuore ma troveremo altri spazi"
Attualita
visite539

Gela, chiesa chiusa perchè pericolante. Il Vescovo: "Decisione presa a malincuore ma troveremo altri spazi"

Incontro in municipio per stabilire come intervenire. Al vaglio diverse ipotesi: dalla ricostruzione alla demolizione

Redazione
11 Settembre 2020 15:39

Il futuro della chiesa di San Domenico Savio, dopo i recenti cedimenti strutturali e l'annuncio della chiusura da parte di Sua Eccellenza il Vescovo Mons. Rosario Gisana, è stato questa mattina al centro di un incontro a Palazzo di Città al quale ha preso parte, oltre al Vescovo e al Sindaco Lucio Greco, anche il parroco Don Paolo Terrana. Il primo cittadino, nei giorni scorsi, si era recato nel luogo di culto per verificare personalmente la situazione e aveva assicurato che si sarebbe interessato del problema. Da qui la convocazione dell'incontro odierno, dal quale è emerso che sono due le ipotesi al vaglio: la prima, che è quella che il Comune intende perseguire,  punta alla ristrutturazione e al recuperto dell'immobile; la seconda prevece, invece,  l'abbattimento e la ricostruzione, nel caso in cui i sopralluoghi tecnici dovessero certificare una condizione di non recuperabilità.“Con il confronto di oggi – ha dichiarato il Sindaco Lucio Greco - abbiamo iniziato a lavorare sui progetti sia nel breve che nel medio e lungo termine. Intanto la Curia continuerà con gli accertamenti tecnici per valutare la possibilità di un recupero strutturale e sismico; nel medio e lungo termine, poi, noi come Comune ci siamo detti disponibili a valutare la cessione dell'area su cui insistono i locali che furono delle Suore Cappuccine del Sacro Cuore per costruirci, eventualmente, la nuova chiesa. A tal proposito si sta già interpellando il Demanio, fornendo una relazione descrittiva, per capire se sia possibile una concessione a titolo gratuito con diritto di superficie per 99 anni. Quella dei Salesiani è una chiesa che da oltre 60 anni è nel cuore dei gelesi, è stata voluta dal compianto Ministro Salvatore Aldisio e nessuno vuole toglierla alla città”.
Il Vescovo, nel corso dell'incontro, si è detto “molto dispiaciuto della chiusura” e ha definito la sua “una decisione presa a malincuore, ma le indagini tecniche sulla struttura non ci hanno lasciato scelta”. Mons. Gisana, inoltre, nel rimarcare come la cosa più importante sia la riapertura in sicurezza e in tempi brevi, ha anche annunciato la volontà di chiedere la collaborazione dell'Università della Diocesi per entrare in possesso di tutte le informazioni sullo stato della struttura.
“I fedeli stiano tranquilli – ha aggiunto Don Paolo Terrana – perchè nel frattempo troveremo in qualche modo gli spazi in cui far proseguire l'attività pastorale”.

Gela, pulizia di strade e piazze: gli interventi verranno effettuati durante la notte. Ecco il calendario
News Successiva
Gela, niente pane la domenica. La categoria chiede più controlli contro abusivi e ambulanti
Seguici su
Google News
Resta sempre aggiornato
con le notizie di Seguonews
Commenti
Gela, chiesa chiusa perchè pericolante. Il Vescovo: "Decisione presa a malincuore ma troveremo altri spazi"
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.

Ti potrebbero interessare

Articoli simili

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
.1
Realizzazione Siti web Caltanissetta