ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Caltanissetta ricorda Antonino Caponnetto. Lunedì si scopre il monumento al magistrato antimafia
Eventi
visite299

Caltanissetta ricorda Antonino Caponnetto. Lunedì si scopre il monumento al magistrato antimafia

Caltanissetta ricorda una delle figure simbolo della lotta a Cosa Nostra, Antonino Caponnetto, che guidò il pool antimafia di Palermo del quale fecero...

Redazione
06 Maggio 2016 10:10

Caltanissetta ricorda una delle figure simbolo della lotta a Cosa Nostra, Antonino Caponnetto, che guidò il pool antimafia di Palermo del quale fecero parte Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Caponnetto, che è morto a Firenze il 6 dicembre 2002, era nato a Caltanissetta il 5 novembre 1920 in un'abitazione di via Redentore. E dove adesso, in uno slargo realizzato davanti al palazzo in cui abitò per diversi anni, alla sua memoria sarà eretto un monumento realizzato dallo scultore nisseno Leonardo Cumbo. La cerimonia si svolgerà a partire dalle ore 9 e sarà un evento aperto alle scuole elementari, medie e superiori della città. Sono previsti gli interventi del sindaco Giovanni Ruvolo, del giudice Leonardo Guarnotta che fece parte dello storico pool, di Massimo Caponnetto, di Rita Borsellino (presidente del centro studi Paolo Borsellino), di Mario Cassetti, architetto e studioso. Alle 9.30 sarà scoperto il monumento e contestualmente gli alunni della scuola primaria "Antonino Caponnetto" intoneranno l'Inno di Mameli. Alle ore 10, al Teatro Regina Margherita, si svolgerà la conferenza dal titolo "Ricordi di nonno Nino". Alla cerimonia in memoria del giudice antimafia parteciperanno gli studenti dell'Istituto Martin Luther King, della scuola elementare Leonardo Sciascia, dell'Istituto superiore Galileo Galiei, dell'Istituto Luigi Russo, dell'Istituto superiore Sebastiano Mottura e dell'Istituto comprensivo Vittorio Veneto. Dopo l'assassinio di Rocco Chinnici, Antonino Caponnetto ne prese il posto nel novembre 1983. Accanto a sé chiamò Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Giuseppe Di Lello e Leonardo Guarnotta. La loro attività portò all'arresto di più di 400 criminali legati a Cosa Nostra, culminando nel maxiprocesso di Palermo, celebrato a partire dal 10 febbraio 1986.

Festa della Mamma, domenica in centro la manifestazione di AllattAmore
News Successiva
"Legalità è bellezza". Ricordando Chinnici, venerdì incontro con Pif al Consorzio Universitario

Ti potrebbero interessare

Commenti

Caltanissetta ricorda Antonino Caponnetto. Lunedì si scopre il monumento al magistrato antimafia

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852