Seguo News
A+
A
A-
Turismo in crescita, studio Unioncamere: a Caltanissetta 809 imprese. La Sicilia al secondo posto in Italia nel settore
Cronaca
Visite2

Turismo in crescita, studio Unioncamere: a Caltanissetta 809 imprese. La Sicilia al secondo posto in Italia nel settore

Dall’agroalimentare, al manifatturiero, passando per la ristorazione, in Sicilia un’impresa su quattro è coinvolta nel turismo. Sono circa 16mila le i...

Redazione
22 Luglio 2015 17:10

Dall’agroalimentare, al manifatturiero, passando per la ristorazione, in Sicilia un’impresa su quattro è coinvolta nel turismo. Sono circa 16mila le imprese artigiane che operano in attività economiche a vocazione turistica: una realtà imprenditoriale rilevata nel primo trimestre 2015 dall’Ufficio studi di Confartigianato sui dati forniti da UnionCamere-Movimprese, che colloca la sicilia al secondo posto in Italia, dopo la Campania (21,2%), per l’incidenza dell’artigianato turistico sul totale delle produzioni artigianali. Seguono le Marche (19,2%), la Toscana (19,2%) e il Lazio (9%). Secondo Filippo Ribisi, presidente di Confartigianato Imprese Sicilia “I numeri del report dimostrano come artigianato e turismo possano essere complementari e come questi due ambiti, fondamentali per la nostra economia, debbano essere promossi e venduti insieme”. Delle 16.049 imprese, l’agroalimentare la fa da padrone con 5.318 attività artigiane coinvolte; seguono le attività manifatturiere e dei servizi (4.104), la ristorazione (2.612), bar, caffè e pasticcerie (1.546), i trasporti (1.210), e infine abbigliamento e calzature (1.186). A livello provinciale (vecchie province) 3.577 attività sono a Catania (con un tasso del 20,6%, ovvero di imprese artigiane legate al turismo sul totale delle pmi artigiane della provincia): 1.191 sono legate all’agroalimentare e 933 al manifatturiero ed ai servizi; segue Palermo con 3.392 imprese (22,9%) con preponderanza delle attività agroalimentari (1.198) e manifatturiere e servizi (915). Al terzo posto Messina con 2.405 (20,5% di incidenza) e 661 imprese dell’agroalimentare e 607 del manifatturiero. Quindi Trapani con 1.386 imprese (19,6 %), anche qui con una maggiore concentrazione nell’agroalimentare (511) e nel manifatturiero (332), poi Siracusa con 1.328 imprese (20,6%), Agrigento con 1.371 imprese (22,4%), Ragusa con 1.106 imprese (17,2%), Caltanissetta con 809 imprese (23,1%). Chiude Enna con 674 imprese (20,8 %). Per quanto riguarda le presenze turistiche, i dati dell’Istat indicano che nel 2013 la Sicilia è all’ottavo posto fra le regioni italiane, avendo fatto registrare oltre 14 milioni di presenze (14.490.861), il 3,8 % di tutto il Paese, di cui 7.148.069 straniere (49,3%). “Sono numeri – per Ribisi – che potrebbero salire ancora se solo si riuscisse a risolvere l’annoso problema dei trasporti, dei passeggeri e delle merci. Ma non mi stancherò mai di dire che senza una rete infrastrutturale e di collegamenti la Sicilia verrà sempre dopo le altre regioni d’Italia”.

Giro di spaccio alla villa Cordova, blitz della Polizia. Salta fuori hashish, quattro immigrati sospettati
News Successiva
L'omicidio di Aldo Naro, processo col rito abbreviato al minorenne. La madre della vittima: "Mente, non lo perdono"

Ti potrebbero interessare

Commenti

Turismo in crescita, studio Unioncamere: a Caltanissetta 809 imprese. La Sicilia al secondo posto in Italia nel settore

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013. Direttore responsabile: Rita Cinardi.