ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Totò Cuffaro torna a casa e sogna il Burundi. "Basta con la politica, ho fatto errori e li ho pagati"
Cronaca
visite171

Totò Cuffaro torna a casa e sogna il Burundi. "Basta con la politica, ho fatto errori e li ho pagati"

Torna in libertà l'ex governatore della Sicilia Salvatore Cuffaro dopo essere stato in carcere per 4 anni e 11 mesi. Cuffaro è appena uscito dal carce...

Redazione
13 Dicembre 2015 10:09

Torna in libertà l'ex governatore della Sicilia Salvatore Cuffaro dopo essere stato in carcere per 4 anni e 11 mesi. Cuffaro è appena uscito dal carcere di Rebibbia a Roma. "E' bello respirare la libertà. Oggi posso dire di aver superato il carcere", queste le prime parole dell'ex governatore. "La politica attiva, elettorale e dei partiti è un ricordo bellissimo che non farà parte della mia nuova vita. Ora ho altre priorità". Così l'ex governatore della Sicilia Salvatore Cuffaro appena uscito dal carcere di Rebibbia. "Ho amato la politica e non rinnego nulla di ciò che ho fatto - ha aggiunto - non mi sento tradito". "Nella mia coscienza sono innocente. Sono andato a sbattere contro la mafia. Tornassi indietro metterei un airbag", commenta. "Ho fatto degli errori, non mi voglio nascondere - aggiunge - io li ho pagati, altri no. Ora credo di avere il diritto di ricominciare". Cuffaro non è uscito dall'ingresso principale del carcere di Rebibbia ma da quello dell'Aula Bunker in via del Casale di San Basilio. L'ex governatore della Sicilia aveva con sé degli scatoloni che contenevano lettere ricevute durante il suo periodo di detenzione. "Ho ricevuto 14 mila lettere - spiega - sono parte della mia vita. Le terrò con me". Ad aspettarlo fuori dal carcere il figlio e il fratello Silvio. La condanna definitiva era a sette anni ma ne ha scontati meno di cinque: 4 anni e 11 mesi per la precisione. Ora che ha chiuso i conti con la giustizia, grazie all'indulto di un anno per i reati "non ostativi" e lo sconto di 45 giorni ogni sei mesi per buona condotta, Totò Cuffaro torna libero. L'ex presidente della Regione siciliana, il politico che ha scontato la pena più lunga, non può assumere incarichi pubblici. Glielo impedisce l'interdizione alla quale è stato pure condannato. Ma tutti pensano che avrà o gli attribuiranno un ruolo politico. L'unica cosa che Cuffaro ha detto, in una lettera al governatore siciliano Rosario Crocetta, è il suo desiderio di recarsi presto in Burundi come volontario. ''Ho già preso contatto - ha scritto - e andrò in Burundi a fare il medico volontario presso l'ospedale Cimbaye Sicilia, l'ospedale che, quand'ero presidente, la Regione Siciliana ha finanziato con i soldi del Fondo della Solidarietà''. Il carcere ha segnato l'ex governatore che ha affrontato la detenzione come prova di vita oltre che di fede. In cella ha anche scritto due libri di sofferta testimonianza: "Il candore delle cornacchie" e "Le carezze della nenia". Contengono riflessioni maturate in un ambiente dove "si muore e si risorge ogni giorno".

Giubileo, anche Caltanissetta ha la sua “Porta Santa”. Il vescovo in Cattedrale apre “il passaggio che purifica dai peccati”
News Successiva
Dalle olimpiadi di quartiere al terminal bus: la Giunta Ruvolo finanzia 54mila euro per tre progetti "partecipati"

Ti potrebbero interessare

Commenti

Totò Cuffaro torna a casa e sogna il Burundi. "Basta con la politica, ho fatto errori e li ho pagati"

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852