ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Tasi e Imu a Caltanissetta, ecco come e quanto si paga. Scadenza fissata per il 16 giugno
Cronaca
visite254

Tasi e Imu a Caltanissetta, ecco come e quanto si paga. Scadenza fissata per il 16 giugno

Ormai agli sgoccioli il conto alla rovescia per il primo appuntamento dell'anno con le tasse sulla casa. Entro il 16 giugno proprietari e inquilini do...

Redazione
14 Giugno 2015 18:20

Ormai agli sgoccioli il conto alla rovescia per il primo appuntamento dell'anno con le tasse sulla casa. Entro il 16 giugno proprietari e inquilini dovranno versare la prima rata di Tasi e Imu, portando nelle casse dei Comuni entrate che la Cgia di Mestre calcola in 2,3 miliardi di euro. Sono più di una le scadenze tributarie del mese in corso per i contribuenti nisseni. Per il pagamento della tassa per i rifiuti (Tari) il recapito delle bollette è in corso, mentre per pagare l’Imu e la Tasi non arriverà alcun avviso e bisognerà pagare entro il 16 giugno la rata di acconto e il saldo il 16 dicembre. Bisogna pagare con le stesse aliquote applicate per il 2014 perché «nulla è cambiato rispetto all’anno precedente» ha detto il dirigente dei servizi finanziari del Comune Claudio Bennardo il quale ha aggiunto: «specificamente per l’Imu e la Tasi, il consiglio comunale non ha deliberato variazioni delle aliquote rispetto al 2014 che, pertanto, si applicano anche per l’anno in corso». Pertanto per l’Imu l’aliquota è del 6 per mille con la detrazione di 200 euro per l’abitazione principale, e relative pertinenze, se si tratta di unità immobiliari classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9. E’, invece, del 9,1 per mille per altri fabbricati e aree edificabili, nonché per gli iscritti all’Aire e pure per le imprese per fabbricati dati in locazione. Per i terreni agricoli l’aliquota è del 7,6 per mille. Sono previste riduzioni del 50 per cento per i fabbricati di interesse storico o artistico, e per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e quindi non utilizzati. Per la Tasi l’aliquota è del 2,5 per mille per per l’abitazione principale e le pertinenze per gli immobili classificati nelle categorie C2, C6 e C7. E’ invece dell’1,6 per mille per altri fabbricati e aree edificabili e, se dati in locazione, il 30 per cento è a carico dell’inquilino e il 70 per cento a carico del proprietario. L’aliquota è dell’1 per mille per i fabbricati rurali con esonero per i terreni agricoli. Sale al 2,5 per mille per fabbricati destinati alla vendita ma non locati. E’ previsto l’abbattimento dell’imposta sulle seconde case se date in locazione, per uso residenziale, a inquilini il cui reddito familiare complessivo lordo sia inferiore a 35.000 euro. E’ prevista anche l’esenzione (per due periodi di imposta per la prima casa e per un periodo di imposta per la seconda casa non ricadente nel centro storico) per il recupero di intere facciate degli immobili che si affacciano su strade pubbliche e finalizzati al miglioramento del decoro urbano. Intanto molti contribuenti affollano l’ufficio tributi del Comune del Largo Paolo Barile per avere chiarimenti e sapere quanto debbono pagare con esattezza e non incorrere in errori. Si aggiungono a quegli altri che chiedono chiarimenti per le bollette di pagamento della Tari che hanno ricevuto.

Maturità, ansia da espulsione: uno studente su quattro non farà copiare il compito. I vecchi trucchetti per sbirciare piacciono
News Successiva
Un bypass per la A19 da costruire in 30 giorni. I tecnici del meetup M5S Caltanissetta presentano progetto

Ti potrebbero interessare

Commenti

Tasi e Imu a Caltanissetta, ecco come e quanto si paga. Scadenza fissata per il 16 giugno

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852