ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Sede di Ingeneria. Vizzini chiede democrazia: “A decidere deve essere la maggioranza”
Cronaca
visite258

Sede di Ingeneria. Vizzini chiede democrazia: “A decidere deve essere la maggioranza”

Sulla vicenda del possibile trasferimento della sede di Ingegneria elettrica da via Real Maestranza a Palazzo Moncada è intervenuto anche Salvatore Vi...

Redazione
09 Dicembre 2015 10:51

Sulla vicenda del possibile trasferimento della sede di Ingegneria elettrica da via Real Maestranza a Palazzo Moncada è intervenuto anche Salvatore Vizzini. Il componente dell’assemblea dei soci del consorzio universitario della città di Caltanissetta designato in rappresentanza dell’amministrazione comunale è intervenuto per rispondere e chiarire quanto espresso dal presidente del Consorzio Universitario Emilio Giammusso durante la trasmissione radiofonica Tonyaccesi andata in onda lo scorso 6 dicembre. “Una struttura pubblica in quanto tale ha il dovere di offrire i suoi servizi ai cittadini – ha commentato Vizzini sottolineando i suoi 40 anni di servizio come dirigente scolastico (ex preside) - e tenere conto delle esigenze dei fruitori di un servizio e non degli erogatori del servizio stesso. Questo vale per le scuole e ovviamente anche per il Consorzio universitario”. L’immobile di via Real Maestranza, seppur dislocato in un luogo decentrato dal cuore della città e lontano dalla stazione di bus e treno, negli anni è stato adattato all’accoglienza degli studenti (con aule e laboratori) e puntando all’ottimizzazione dei costi economici (come ad esempio istallando pannelli solari). La sede in corso Vittorio Emanuele, meglio conosciuta come Palazzo Moncada, pur essendo esteticamente accogliente e collocata a metà strada tra la stazione e il dormitorio di via San Domenico, richiede maggiori costi economici che derivano, principalmente, dall’affitto che deve essere versato al suo legittimo proprietario. Quali motivi spingono, dunque, verso il trasferimento della sede contro il parere di molti studenti, docenti e rappresentanti del consiglio comunale e della giunta Ruvolo? Salvatore Vizzini cerca di fornire un chiarimento con un passo indietro nel tempo: "Circa tre anni fa il consiglio direttivo del consorzio universitario deliberò che, trasferiti al Cefpas gli studenti di medicina, si potevano spostare a Palazzo Moncada le lezioni di ingegneria elettrica”. Una decisione che, però, il preside Vizzini sottolinea essere stata presa perché, allora (e non più oggi), la sede di via Real Maestranza presentava alcuni problemi quali infiltrazioni dal tetto, riscaldamento degli ambienti non adeguato, inagibilità della palestra. Ultimati i lavori di manutenzione, però, la sede è diventata efficiente per gli studenti ai quali non spetta il compito – secondo il parere di Salvatore Vizzini – di contribuire alla politica di valorizzazione del centro storico (dovere che spetta all’amministrazione comunale): “Il Consorzio Universitario ha il compito di offrire i migliori servizi agli studenti e non di deportarli (= trasferire qualcuno contro la propria volontà) a Palazzo Moncada”. Un rischio, questo, che potrebbe incentivare i giovani a cambiare sede universitaria “facendo morire non sia solo il centro storico ma anche l’università”. Salvatore Vizzini ha voluto precisare che lui è semplicemente un componente dell’assemblea dei soci e non membro del consiglio direttivo e che si è sempre opposto al trasferimento della sede come dimostrano i verbali delle sedute alle quali ha preso parte nel suo ruolo di componente designato in rappresentanza dell’amministrazione comunale. “Ho chiesto due volte (3 ottobre e 23 novembre 2015) una seduta per discutere del possibile trasferimento ma non ho avuto alcuna risposta. E’ prassi democratica – ha concluso Vizzini - che un organo che in un dato contesto abbia assunto una deliberazione, cambiati i dati di contesto, possa riesaminarli e assumere le decisioni consequenziali. E’ per questo motivo che ho richiesto per due volte la convocazione dell’Assemblea dei Soci. Alla luce delle richieste degli studenti e di qualunque altro nuovo elemento, l’assemblea esamina, decide e se la maggioranza confermerà la decisione di trasferire la sede di Ingegneria Elettrica, chi è contrario, come me, ne prenderà atto e chiederà come in passato che sia fatto con il minor danno possibile agli studenti che hanno già affittato le case vicine alla sede attuale (ironia… il minor danno sarebbe quindi lasciarli in Via Real Maestranza!), ai quali, a mio sommesso parere,va prestata la massima attenzione”.

Refezione scolastica a Caltanissetta, si cambia. Ora i pasti si preparano nelle cucine degli istituti
News Successiva
La Guardia di Finanza ha anticipato il Natale. Una festa aperta a militari e cittadini

Ti potrebbero interessare

Commenti

Sede di Ingeneria. Vizzini chiede democrazia: “A decidere deve essere la maggioranza”

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852