ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
Real Maestranza patrimonio dell'Unesco? Il presidente della Pro Loco: "Stop mediocrità, esprimere le risorse per l'obiettivo"
Cronaca
visite219

Real Maestranza patrimonio dell'Unesco? Il presidente della Pro Loco: "Stop mediocrità, esprimere le risorse per l'obiettivo"

Stop alle mediocrità e avanti con le risorse positive se Caltanissetta ambisce a far diventare la Real Maestranza e i riti della Settimana Santa patri...

Redazione
12 Maggio 2015 19:50

Stop alle mediocrità e avanti con le risorse positive se Caltanissetta ambisce a far diventare la Real Maestranza e i riti della Settimana Santa patrimonio culturale dell'umanità con il riconoscimento dell'Unesco. Un invito in tal senso arriva dal presidente della Pro Loco di Caltanissetta, Giuseppe D'Antona, a margine della visita a Caltanissetta del delegato Unesco Francisco Javier Lopez Morales, che ha fatto tappa durante la processione di San Michele e che ha dichiarato che tornerà il prossimo anno per assistere alle manifestazioni della Settimana Santa. La visita rientrava nell’attività di verifica dei presupposti per la candidatura al progetto denominato “Passione di Cristo in Europa”, e abilita all’inserimento nel Registro delle buone pratiche di “Europassione” per l’Italia, registro previsto dalla Convenzione Unesco 2003 per la salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale, il cui principale estensore è stato proprio Morales. "Ma ho realizzato che grava su di me e su tutta la città, una grande responsabilità quando Patrizia Narni, referente tecnico-scientifico della commissione che valuta le candidature per il progetto “Passioni di Cristo in Europa”, ha detto che siamo comunque ad un punto d’inizio e che dobbiamo da oggi lavorare per potenziare questo grande patrimonio che ci appartiene e che abbiamo l’onere di divulgare", dice ora D'Antona secondo il quale "il riconoscimento UNESCO della Real Maestranza e dell’Associazione Teatro della Parola, oltre ad essere motivo di vanto per tali organismi, rappresenta una opportunità per la città e per tutto il patrimonio storico e culturale della Settimana Santa". Secondo il presidente della Pro Loco "il lavoro svolto fino ad oggi, egregio, dalla Real Maestranza e dalla FI.DE.PA. è meritevole di apprezzamento e di ringraziamenti ma dovere di tutti, istituzioni, associazioni e persino privati cittadini, è quello di rimboccarsi le maniche, affinchè questo riconoscimento sia più ampio possibile e ciò può avvenire solo con il coinvolgimento volontario di ciascuno di noi". Ma per D'Antona, se si punta al prestigioso riconoscimento, occorre mettere da parte invidie e protagonismi. "Solo abbandonando posizioni di un improbabile primato, facendo emergere il positivo e correggendo quanto di negativo e mediocre ci circonda, possiamo cogliere appieno l’opportunità che oggi ci viene data. Ci sono dei momenti in cui bisogna prendere il treno della storia - conclude il presidente della Pro Loco nissena - e questo potrebbe essere l’occasione che consentirebbe alla città di Caltanissetta, finalmente, di fare emergere con chiarezza il valore storico, culturale e turistico della Settimana Santa. Il riconoscimento UNESCO, straordinaria occasione di sviluppo socio economico della città può rappresentare il volano per la diffusione del nostro patrimonio culturale". FOTO DA RADIO CL1

Fissata per il 1 giugno l’operazione di Federico Salemi, il piccolo affetto da una malattia rara
News Successiva
Caltanissetta, chiusa l'istruttoria del processo “Les jeux sont faits”. Lunedì la sentenza del Tribunale per i 48 imputati

Ti potrebbero interessare

Commenti

Real Maestranza patrimonio dell'Unesco? Il presidente della Pro Loco: "Stop mediocrità, esprimere le risorse per l'obiettivo"

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852