ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
"Patrimonio illecito in odor di mafia". Caltanissetta: chiesta confisca dei beni di un imprenditore
Cronaca
visite91

"Patrimonio illecito in odor di mafia". Caltanissetta: chiesta confisca dei beni di un imprenditore

La Procura generale di Caltanissetta ha chiesto alla Corte d'appello di confermare la confisca del patrimonio dell'imprenditore agricolo di Sutera Ant...

Redazione
19 Gennaio 2016 16:36

La Procura generale di Caltanissetta ha chiesto alla Corte d'appello di confermare la confisca del patrimonio dell'imprenditore agricolo di Sutera Antonino Grizzanti, 60 anni, valutato in due milioni di euro. Secondo l'accusa il patrimonio sarebbe di origine illecita in quanto l'imprenditore sarebbe un affiliato a Cosa nostra e avrebbe investito i guadagni delle attività illecite dell'organizzazione. Grizzanti è stato condannato per associazione mafiosa a 4 anni e 8 mesi nel processo "Grande Vallone" e attualmente è pendente il secondo processo d'appello dopo il rinvio della Cassazione. Il legale di Grizzanti, Pietro Sorce, ha chiesto invece il dissequestro e la restituzione dei beni, consistenti in due aziende, sette fabbricati e ventidue ettari di terreno. La Corte deciderà nelle prossime settimane.

La telefonata "scandalo" Tutino-Crocetta. Chiusa l'indagine per i due cronisti de l'Espresso
News Successiva
Giornata del Migrante a Caltanissetta. Al centro "Madre Speranza" celebrato incontro sull'accoglienza

Ti potrebbero interessare

Commenti

"Patrimonio illecito in odor di mafia". Caltanissetta: chiesta confisca dei beni di un imprenditore

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852
Adriano Rabiolo Fisioterapista Caltanissetta