Seguo News
A+
A
A-
advertising x
Migliorare l'assistenza sanitaria in Sicilia. Vertice programmatico al Cefpas sugli interventi formativi
Cronaca
Visite2
Migliorare l'assistenza sanitaria in Sicilia. Vertice programmatico al Cefpas sugli interventi formativi

Migliorare l'assistenza sanitaria in Sicilia. Vertice programmatico al Cefpas sugli interventi formativi

Si è svolto al Cefpas di Caltanissetta l’incontro di programmazione delle attività formative 2016, a cui hanno preso parte i Direttori di Struttura Co...

Redazione
12 Aprile 2016 10:27

Si è svolto al Cefpas di Caltanissetta l’incontro di programmazione delle attività formative 2016, a cui hanno preso parte i Direttori di Struttura Complessa di Ostetricia e Ginecologia, Pediatria- Neonatologia e Anestesia dei 27 Punti Nascita di primo livello della Sicilia, i Responsabili degli Uffici Formazione delle AAOO e ASP siciliane e i Direttori delle Centrali Operative del 118. Assente, per motivi istituzionali, l’Assessore della Salute Baldassare Gucciardi. Dopo la visita al CEMEDIS, Centro Mediterraneo di Simulazione in Medicina, il responsabile Scientifico e didattico del CEMEDIS, Salvatore Giambelluca ha presentato la proposta formativa che, utilizzando le tematiche avanzate di simulazione in medicina, sarà rivolta sia agli operatori sanitari del Percorso Nascita che al Personale che opera nell’ambito dell’Emergenza-Urgenza. Più di 5000 gli operatori formati al CEFPAS dal 2012 ad oggi nell’ambito dei percorsi dedicati alla gestione del TRAUMA , ACLS, BLS, BLSD, e ai medici ed infermieri coinvolti nell’ambito della RETE IMA. “Due gli obiettivi principali – ha detto Giambelluca – del nuovo progetto che prevede l’impiego della Simulazione in Medicina e che sarà realizzato al CEMEDIS: promuovere e migliorare l'appropriatezza degli interventi assistenziali e uniformare il processo sia a livello interdisciplinare sia a livello delle competenze tecniche e professionali distintive”. La proposta del CEMEDIS riguarda il miglioramento tanto delle competenze tecniche, mediante la Simulazione, quanto le competenze “non tecniche” ovvero, la consapevolezza situazionale, la comunicazione, il team work, il decision making, la leadership. Temi dei nuovi percorsi CEMEDIS, la Sicurezza ed Appropriatezza nei Punti Nascita; Anestesia e Analgesia nel Parto; Rianimazione Neonatale e Crisis Resource Management, quest'ultimo rivolto a tutti gli operatori. Una sala di simulazione medica Il prof. Giuseppe Ettore, in capo al gruppo interprofessionale regionale che ha redatto il Programma Triennale Percorso Nascita, ha sottolineato come il percorso formativo del CEMEDIS sia l’occasione per ribadire la centralità delle emergenze ostetriche. L’opportunità formativa offerta dal CEMEDIS, rimette in campo la possibilità di rilanciare il programma triennale di formazione e costruire una faculty di istruttori e formatori d’eccellenza”. Presente all’incontro anche il dott. Giuseppe Alletto, Presidente della Società di Neonatologia. “Da trent’anni – ha confermato Alletto – noi facciamo formazione agli operatori perché tre sono le variabili che consentono di gestire le emergenze in sicurezza: la tecnologia, il personale ma soprattutto il volume di attività che non può essere stimato facilmente. Per i pediatri dei Punti Nascita, soprattutto, è necessario, così come già fatto dalla Società di Neonatologia, un percorso formativo che fornisca gli strumenti a compensazione del volume di attività utili alla gestione delle emergenze in ambito neonatologico”. Il direttore del CEFPAS, Angelo Lomaglio, intervenendo, ha sottolineato l’importanza del messaggio formativo e delle necessità che esso raggiunga tanto l’Ospedalità Privata quanto le differenti professioni sanitarie. “Per questo, da Ente pubblico, abbiamo siglato un protocollo di Intesa DASOE Assessorato della Salute ed AIOP e un altro Protocollo di Intesa con IPASVI, per interagire ed integrare un sistema che sia in grado di rendere raggiungibili gli obiettivi di Salute. Stiamo coinvolgendo le Società Scientifiche perché siano presenti nella realizzazione delle faculty di istruttori colmando il gap che ci separa dalle altre regioni d’Italia dove questo è già presente. Il CEFPAS sta inoltre collegando un network di Centri di Formazione pubblici a livello nazionale per valorizzare il patrimonio di competenze presente in Italia e fare rete sulla formazione pubblica. Dobbiamo accettare la sfida Europea all’eccellenza e lo dobbiamo fare con regole chiare e senza aver paura del confronto, in sinergia, richiedendo ed ottenendo l’adesione al progetto da parte delle Direzioni Generali perché la Simulazione in formazione per l’eccellenza in Medicina diventi un obiettivo strategico delle Aziende Siciliane”. Il dott. Antonio De Santis, delegato assessoriale, ha confermato la volontà dell’Assessorato di lanciare il CEMEDIS come Centro di riferimento per la Simulazione in Medicina anche per la costruzione di un linguaggio comune tra i professionisti della Sanità. “Fondamentale – ha concluso il dott. De Santis – la lettura dei bisogni formativi degli operatori nell’evoluzione dei percorsi di formazione e la partecipazione delle Società scientifiche alla costruzione di una solida faculty di competenze e di professionisti impegnati nella Formazione”.

La storia. Caltanissetta: scomparso cane di bimbo autistico, la nonna si mobilita per ritrovarlo
News Successiva
Gestione dei servizi sociali, Caltanissetta capofila di 6 Comuni. Siglata convenzione per la programmazione

Ti potrebbero interessare

Commenti

Migliorare l'assistenza sanitaria in Sicilia. Vertice programmatico al Cefpas sugli interventi formativi

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013. Direttore responsabile: Rita Cinardi.