ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
La scazzottata in corso Umberto, l'indagine va avanti. La Polizia stringe il cerchio sui partecipanti alla rissa
Cronaca
visite196

La scazzottata in corso Umberto, l'indagine va avanti. La Polizia stringe il cerchio sui partecipanti alla rissa

Si stringe il cerchio sugli altri partecipanti alla rissa scoppiata tra due fazioni di immigrati venerdì notte in corso Umberto, davanti al pub Il Vel...

Redazione
06 Settembre 2015 10:29

Si stringe il cerchio sugli altri partecipanti alla rissa scoppiata tra due fazioni di immigrati venerdì notte in corso Umberto, davanti al pub Il Veleno che il questore Bruno Megale ha chiuso per un mese. Nella baraonda è rimasta sfregiata al volto - in particolare alla guancia - una ragazza nissena di 21 anni, colpita dai cocci di una bottiglia lanciata da Kamel Salem Kuija (nella foto), il marocchino di 36 anni arrestato per rissa, lesioni aggravate, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, nonchè per porto ingiustificato di arma da taglio. Ma l'indagine della Polizia, affidata agli investigatori Volanti e della Squadra Mobile, prosegue per individuare gli altri partecipanti alla furiosa rissa. Un litigio tra due fazioni di immigrati - Kuija è conosciuto dalla Polizia per i suoi comportamenti aggressivi sotto l'effetto dell'alcol - probabilmente per banalissimi motivi. Ad agitare gli animi, ovviamente, qualche goccio d'alcol che ha scatenato il putiferio davanti alle centinaia di giovani che affollavano il corso, davanti uno dei locali più frequentati della movida nissena e che ha aperto i battenti qualche mese fa. La Polizia sta anche vagliando i filmati registrati dalle telecamere di vidosorveglianza - nell'area ci sono tre banche e diversi negozi dotati degli impianti di sicurezza - che potrebbero aver registrato il "film" della rissa e l'istante in cui Kamel Salem Kuija ha lanciato una bottiglia nella folla, colpendo la ventunenne che ha riportato un taglio che le è stato suturato al Pronto soccorso con quattro punti.

Immigrazione, l’appello di Papa Francesco: “Ogni parrocchia accolga una famiglia di profughi”
News Successiva
Obeso nisseno non può andare in ospedale. I vigili del fuoco lo soccorrono dal balcone con l'autogrù

Ti potrebbero interessare

Commenti

La scazzottata in corso Umberto, l'indagine va avanti. La Polizia stringe il cerchio sui partecipanti alla rissa

SeguoNews.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852