ricerca il tuo profilo
Seguo News
A+
A
A-
La proposta. Una strada o una piazza per Mario Zurli, il "papā" dei carusi sepolti a Gessolungo
Cronaca
visite322

La proposta. Una strada o una piazza per Mario Zurli, il "papā" dei carusi sepolti a Gessolungo

La miniera Trabonella in stato d'abbandono Andato via il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e i riflettori si sono spenti su questa vis...

Redazione
26 Settembre 2015 10:53

La miniera Trabonella in stato d'abbandono Andato via il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e i riflettori si sono spenti su questa visita a Caltanissetta, ecco una proposta. La rivolgiamo al sindaco Giovanni Ruvolo, che ha voluto che il capo dello Stato omaggiasse la memoria dei minatori morti nella strage di Gessolungo. Ecco, se oggi quel cimitero č salito agli onori delle cronache anche nazionali soltanto perché Mattarella lo ha visitato - deponendo una corona di fiori sulla lapide che ricorda il sacrificio di 65 persone, tra cui 19 carusi molti dei quali rimasti senza nome - č merito di una sola persona: si chiama Mario Zurli, ed č un vero peccato che il presidente dell'associazione "Amici della miniera" se ne sia andato il 6 luglio scorso all'etā di 79 anni. E' stato lui, ostinatamente, a volere che in quel punto sorgesse un sacrario semplice, come la semplicitā e l'umiltā contraddistingueva la vita di coloro i quali - adulti e ragazzini - si spaccavano la schiena nei tunnel della miniera. E dal 2001 questo luogo č realtā, nonostante in tanti si siano chiesti in questi giorni di tam-tam mattarelliano dove si trovasse, senza mai conoscerne l'esistenza. Carusi in miniera Chissā quanta emozione avrebbe sprigionato Mario Zurli mentre - ce lo immaginiamo cosė - stringeva la mano al presidente Mattarella, magari raccontandogli aneddoti sulla massacrante vita di un carusu o del suo impegno affinché le miniere entrassero una volta per tutte nel patrimonio storico della Sicilia, per essere ammirate dai turisti. Mario Zurli era un forestiero sė, ma nisseno purosangue, considerato che il "papā" dei carusi di Gessolungo era nato nel Perugino ma il suo lavoro da tecnico all'Ente Minerario Siciliano lo ha portato nelle valli del zolfo. Ecco perchč Mario Zurli va considerato un figlio di questa terra, della nostra Caltanissetta. E non č intempestivo, proprio per il contributo dato alla memoria e alla storia di questa cittā, proporre al sindaco Giovanni Ruvolo e alla sua Amministrazione che gli sia dedicata una piazza, una strada. Un luogo nel segno della memoria. Come lui ha fatto con i suoi figli dimenticati dal mondo, risucchiati nella buia spirale di Gessolungo. IN COPERTINA: FOTO DI LORENA ORLANDO

La visita di Mattarella, Ruvolo contro i criticoni: "Siete da musei di storia, i nisseni siano propositivi"
News Successiva
Gestione beni di mafia, la prima prefetta donna di Caltanissetta nominata amministratore giudiziario a Palermo

Ti potrebbero interessare

Commenti

La proposta. Una strada o una piazza per Mario Zurli, il "papā" dei carusi sepolti a Gessolungo

SeguoNews.it č una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Caltanissetta n.235 del 07/06/2013 | P.Iva: 01910630852